Rassegna Stampa
Rassegna Stampa
Newsletter
Newsletter
Accesso Webmail
Accesso Webmail
Sponsor
Area Privata
Log In
 
 
Contact Info
an image
A.S.D. - C.N. Posillipo
Via Posillipo 5, 80123 Napoli

Email:
cnposillipo@cnposillipo.org
ufficiostampa@cnposillipo.org

Phone: (+39) 081-5751282
Fax: (+39) 081-5757832
Partita I.V.A. 01769100635

Storia del Triathlon

Il Triathlon

Circa venticinque anni fa un gruppo di amici decise di raggruppare tre delle piu' dure gare di endurance nel nuoto, ciclismo e nella corsa a piedi in un' unica giornata e effettuarli di seguito.... quel giorno nacque il triathlon.

Tre sport in sequenza, differenti fra di loro ma uniti dal comune denominatore della fatica prolungata e dell' endurance.

Un lungo cammino, raccogliendo ogni anno sempre piu' appassionati fino a Sidney 2000 quando è stato ammesso tra gli sport olimpici e si è imposto all' attenzione del grande pubblico.

La gara senz' altro piu' rappresentativa del triathlon mondiale è l' IronMan che nel nome ripropone l' iniziale intenzione dei pionieri di questo sport... quella di incoronare l' uomo d' acciaio, capace di nuotare 3800 metri di nuoto, pedalare per 180km e correre un' intera maratona (42,195km) tutti d' un fiato ed arrivare davanti a tutti!

Attualmente questa gara, così dura e prestigiosa, divenuta Campionato Mondiale, si tiene ogni anno alle Hawaii e per accedervi gli atleti sono chiamati a 'guadagnarsi' la partecipazione con un tempo di qualifica adeguato in una delle gare del circuito WTC che si svolgono in ogni parte del mondo.

Accanto alla WTC esistono altre associazioni che gestiscono il Triathlon a livello mondiale tra le quali la ITU (International Triathlon Union) e, a livello europeo, la ETU.

In Italia esiste la Federazione Italiana Triathlon (FITRI) naturalmente affiliata al CONI.

Lo sviluppo del Triathlon a livello mondiale è costante, ed il numero dei partecipanti in continua crescita come testimonia anche l' affollamento delle gare WTC in Europa, per le quali l'iscrizione deve essere effettuata in molti casi almeno un anno prima.

In Italia la situazione è piuttosto stazionaria e, dopo il periodo d' oro a cavallo della fine degli anni '90, la crescita nel numero totale di praticanti è lenta ma costante.

Di sicuro è tanto l' interesse per il triathlon che rimane tra le più dure ed affascinanti tra le discipline di endurance.

Le gare di triathlon non sono tutte uguali, si suddividono in base alla lunghezza delle singole frazioni, ed una gara può andare da un tempo minimo (per i primi classificati) intorno all'ora (per la distanza Sprint con 750mt di nuoto, 20 km di bici e 5 di corsa) fino a circa 8 ore e mezzo per la distanza Lunghissima (l'IRONMAN: 3800mt nuoto, 180km bici e 42,195km corsa) con diverse distanze intermedie tra le quali l'OLIMPICA (1500mt nuoto, 40Km Bici, 10 Corsa).

La FITRI ogni anno stila una serie di classifiche nazionali: Una per i partecipanti delle gare lunghezza SPRINT e una per l'OLIMPICO, assegnando punti agli atleti in base al loro piazzamento ad ogni manifestazione secondo il principio del RANKING.

Esiste poi una prestigiosa classifica nazionale di tutte le squadre affiliate alla FITRI , stilata in base al rendimento dei singoli atleti di ogni squadra ed alla loro posizione nel Ranking nazionale (Sprint o Olimpico).

Come attività amatoriale il Triathlon richiede notevole maturità sportiva e capacità di gestione degli allenamenti, oltre ad una notevole organizzazione per far fronte alle difficoltà logistiche proprie di tre sport così differenti. Ciononostante è uno sport per tutti e per tutte le età ed è estremamente gratificante.

La sola preparazione finalizzata al completamento di una gara su distanza Sprint o Super-Sprint, consente di ricevere un feed-back organico spesso sufficiente a gratificare l'atleta e soprattutto innescare il circolo 'virtuoso' che potrebbe portare ad una più proficua attività agonistica.

Il triathlon, inoltre, nelle distanze più brevi, pur essendo uno sport che necessita di buone dosi atletiche, consente anche ai meno preparati fisicamente di potersi divertire in un ambiente maturo e competitivo quanto basta, ad avvicinare numerosi atleti 'specialisti' delle singole discipline alla pratica del multisport. Aspetto questo da non sottovalutare anche perché apporta per questi ultimi, grandi benefici alla preparazione atletica di base (il cross-training ormai è una metodica di allenamento sempre più apprezzata in ogni sport).

In definitiva la base dei potenziali partecipanti è estremamente ampia (nuotatori, ciclisti, podisti...), ma occorre un grandissimo lavoro di sensibilizzazione ed avvicinamento, soprattutto per sfatare molti miti da 'supereroe' che accompagnano le performance degli IRONMAN e rendendo tangibile la facilità con la quale in poco tempo si è in grado di poter affrontare e finire un Triathlon Sprint...divertendosi !