IL CIRCOLO SI ATTREZZA PER L’ESTATE, CENTO LETTINI IN MENO SUL SOLARIUM

20/05/2020 In Casa Sociale, News

LA FASE DUE IN RIVA AL MARE CON MASCHERINE PER TUTTI IN UN ARTICOLO DEL RIFORMISTA DI OGGI
Il circolo si attrezza per l’estate: posti ridotti a 200, docce e spogliatoi nel piazzale. Il presidente Semeraro: precedenza ai soci

Oltre settecento e-mail sono arrivate a casa dei soci: “Carissimi, vi ricordo che lunedì 25 riapre il Circolo Posillipo. Vi aspetto”, ha comunicato Vincenzo Semeraro, numero uno del club rossoverde. Il cancello è chiuso, per soci e atleti la quarantena cominciata il 9 marzo è ancora in corso. Ma sulla scogliera e nel piazzale che circonda la piscina sotto lo sguardo attento del presidente un operaio con metro, pennello e pittura bianca tratteggia sull’asfalto delle strisce bianche. “Seguendo le indicazioni del presidente del Consiglio organizziamo la capienza della nostra struttura per la stagione balneare – chiarisce Semeraroe abbiamo visto che rispetto al passato quest’anno potranno occupare le due postazioni da elioterapia non più di duecento persone. Centocinquanta sul porticciolo, altre cinquanta intorno alla piscina, lasceremo almeno cento sedie e lettini in deposito”.

L’emergenza Coronavirus costringe anche i circoli nautici a cambiare strategia e i soci più anziani a fare conoscenza con le novità da rispettare anche nel club che per loro è una sorta di seconda casa. “Mascherina per tutti, assoluto rispetto del distanziamento personale, flaconi di gel lavamani a ogni varco. Il numero di soci in questo momento è negativo perché circa cento persone – ricorda il presidente del Posilliposono andate via quando abbiamo chiesto l’una tantum per restituire il finanziamento che un socio aveva anticipato al Circolo per partecipare alla vendita della sede. Quello rimane un nostro obiettivo, come una forte campagna sociale: vogliamo arrivare a quota mille ricordando che, negli anni in cui era presidente Guido Cerciello, il Posillipo viveva un momento d’oro con milleduecento soci”.

Aiutandosi con una striscia di plastica che gli fa tratteggiare senza sbavi le strisce sul pavimento il pittore continua il suo lavoro. “Rispettando le regole del decreto Conte abbiamo organizzato la sistemazione di sdraio e lettini a coppie. Prevedendo l’arrivo di marito e moglie, di fidanzati o di amici che con la distanza di un metro tra lettini prendono il sole e scambiano due chiacchiere. I soci hanno la precedenza su tutti, credo che con la bella stagione non saremo in grado di accettare ospiti che in passato il circolo ha sempre accolto con piacere. Una volta entrati i soci, se avanza spazio, sono benvenute le mogli e i parenti stretti”.

Presidente dal luglio 2017, Vincenzo Semeraro ha portato a compimento un’operazione in cantiere da anni. “Nel febbraio di due anni fa, nel 2018, decidemmo finalmente di abolire una norma che vietava alle donne di diventare socie del Posillipo. Da lunedì – spiega il presidente – sarà operativo il bar estivo (a livello della piscina), gestito insieme con il ristorante da personale de La Caffettiera”. Un sorriso di benvenuto a tutti i soci, un saluto a distanza toccandosi con il gomito.
Ma anche qualche restrizione per chi si dedica all’elioterapia e a un bagno a mare. “Sì, purtroppo anche chi è socio è stato informato che non potrà usare la piscina riservata agli atleti di interesse nazionale – ricorda Semeraroe non si potranno utilizzare gli spogliatoi. Il Circolo in questi giorni è chiuso, ma lavoriamo per migliorare l’accoglienza: nel piazzale sistemeremo due docce e due cabine spogliatoio. I nostri programmi comunque non cambiano – assicura il presidente – e il Posillipo sarà sempre un circolo sportivo impegnato nel nuoto, pallanuoto, canoa, scherma, vela e tennis”.

da Il Riformista del 20 maggio 2020 di Bruno Buonanno

Il Riformista 2020-05-20 at 12.14.29| Area Comunicazione

IL CIRCOLO POSILLIPO RIAPRE IL 25 MAGGIO

16/05/2020 In Casa Sociale, Editoriale, News

IL PRESIDENTE SEMERARO COMUNICA LA DATA DI APERTURA

Vincenzo Semeraro

Vincenzo Semeraro

Nell’osservanza dei divieti vigenti in materia di sicurezza disposti nella fase 2 dell’emergenza Coronavirus, si comunica che il Circolo Nautico Posillipo aprirà la propria sede a partire dal prossimo 25 maggio con le attività sportive consentite e l’elioterapia, fatte salve, naturalmente, eventuali nuove disposizioni ministeriali e regionali.

Dalla prossima settimana saranno disposti, sempre in accordo con la normativa del caso, i percorsi e i distanziamenti obbligatori per poter accedere e frequentare il Circolo.

Tali obblighi e divieti, unitamente al buon senso, andranno rispettati scrupolosamente nell’interesse e per la sicurezza di tutti.

| Area Comunicazione

CIRCOLO POSILLIPO: «CI SONO MOLTI DUBBI SU UNA RIPARTENZA LUNEDÌ»

13/05/2020 In Casa Sociale, News

DA “ILROMA” DEL 13 MAGGIO 2020 – DI ANTONIO SABBATINO

La data di riapertura sarà «non il 18 maggio ma più probabilmente lunedì 25 maggio. In ogni caso, quest’oggi ci sarà una riunione con i soci del circolo per decidere il da farsi. Nel frattempo, confidiamo che dalla Regione Campania e dal Governo arrivino altre indicazioni più chiare e precise».

IlRoma_Pandemia_13-5-2020Vincenzo Semeraro, presidente del Circolo Nautico Posillipo, ha molti dubbi sulla ripartenza già da lunedì prossimo. Preferirebbe aspettare almeno un’altra settimana e spiega il perché: «La piscina e la palestra comunque non le potremmo riaprire e pure la balneazione è vietata. Che senso ha far ripartire un Circolo come il nostro senza la possibilità per le persone di venirci se non in minima parte? Se qualcuno si tuffa in piscina io che faccio? Mi butto anche io per recuperarlo? Anche per la palestra, frequentata da 30 persone, potrebbe accoglierne al massimo 5 per volta per il rispetto delle regole imposte per il contrasto al Coronavirus e a fine di ogni turno ci deve essere, così come per gli spogliatoi e gli altri ambienti, una sanificazione. È tutto molto complicato».

Ovviamente, il pericolo numero uno resta il possibile contagio da Coronavirus in caso di assembramenti e contatti con persone che possano aver, anche inconsapevolmente, contratto il Covid-19. «Io in primis potrei avere una responsabilità penale in caso di contagio rafforza il concetto il presidente Semeraro Rischiare in questo modo non mi sembra il caso. Se qualcuno si ammala e dicesse che secondo lui si è ammalato al Circolo Posillipo? In quel caso potrebbero esserci guai seri. È troppo pericoloso». In ogni caso, conclude il presidente del Circolo Nautico Posillipo, «anche noi stiamo lavorando per garantire la sicurezza dei soci, dei lavoratori e degli sportivi ma ci vogliono precise disposizioni che fino ad ora non sono arrivate nella loro completezza».

| Area Comunicazione

CRISI DELLO SPORT, ARRIVANO VENTI MILIONI DALLA REGIONE

10/05/2020 In Casa Sociale, News

BONUS E IMPIANTI, LE RASSICURAZIONI DI DE LUCA ALLE SOCIETÀ – DA “IL MATTINO” DEL 10 MAGGIO 2020 DI F.D.L.

IL VERTICE
Roncelli-Porzio-Oliva-Tizzano-Cuomo-Trapanese-Di CaterinoUn patto per il rilancio dello sport campano. Lo ha sottoscritto il governatore Vincenzo De Luca con dirigenti, tecnici e atleti che si sono presentati ieri negli uffici del Centro Direzionale, guidati dal presidente del Coni regionale Sergio Roncelli e dai presidenti dei comitati federali per un confronto durato tre ore.

Venti milioni a disposizione delle associazioni e delle società, a cui De Luca ha rivolto rassicurazioni anche sugli impianti sportivi. Sono 70 quelli ristrutturati in occasione delle Universiadi 2019, un patrimonio da non disperdere e per questo motivo sarà costituita una cabina di regia Regione-Coni che si occuperà della gestione degli eventi e delle strutture del territorio, con il supporto dell’Agenzia delle Universiadi, che resterà attiva. Dove vi sarà l’ impossibilità dei comuni di occuparsi del funzionamento degli impianti, provvederà la Regione, che al più presto metterà a disposizione del Coni e delle federazioni le attrezzature utilizzate negli impianti delle Universiadi, poi trasferite in un deposito a Salerno. «Non va assolutamente disperso quanto è stato realizzato con la straordinaria esperienza delle Universiadi. Ci saranno riaperture progressive, come già sta accadendo in questi giorni, per attività agonistiche e amatoriali, a rischio zero o molto basso, ma sempre con precise linee guida da applicare sul fronte della sicurezza di tutti», ha spiegato il governatore, anticipando un ulteriore contributo per lo sport entro i prossimi 5 mesi attraverso i fondi europei.

RIPARTENZA
Accolto l’ appello del presidente Roncelli, che aveva presentato a metà aprile la richiesta per un bonus una tantum a fondo perduto per 5.538 società per complessivi 18,3 milioni di euro. «Il gesto e le parole del governatore De Luca restituiscono fiducia a un mondo depresso per le incertezze sul futuro», ha commentato Franco Porzio, consulente per lo sport del presidente della Regione, uno dei quattro olimpionici presenti all’ incontro. Al suo fianco Patrizio Oliva, Davide Tizzano e Sandro Cuomo, il ct della spada che ha sottolineato: «Mi occupo di sport di vertice, ma senza base non c’ è vertice. In questo momento ci sono società che sono in ginocchio e a grandissimo rischio di riapertura a settembre». De Luca attende il nuovo decreto del governo per chiarire i tempi per riaprire gli impianti sportivi: c’è, ad esempio, incertezza sul tennis anche se il presidente del comitato campano della Fit, Virginia Di Caterino, ha sottolineato che si può ripartire in assoluta sicurezza.

OPERAZIONE GIOVANI
Per Tizzano, direttore del centro di preparazione olimpica del Coni a Formia, «il problema non sono gli atleti di interesse nazionale, che già hanno iniziato ad allenarsi, ma i giovani che rappresentano il nostro futuro: senza di loro è la fine». Trapanese, numero uno della Federnuoto campana, ha sottolineato: «Grazie al governatore De Luca abbiamo ritrovato il gioco di squadra e sono sicuro che torneremo tutti insieme a vincere». Nei progetti della Regione anche una campagna di comunicazione per tranquillizzare le famiglie e i giovani sulla sicurezza delle attività sportive dopo il Coronavirus. «De Luca ha potuto comprendere che le società sono vere e proprie imprese e con queste risorse contiamo finalmente di far ripartire lo sport in Campania», ha detto il presidente regionale del Coni Roncelli.

| Area Comunicazione

PROGRAMMAZIONE DELLA RIAPERTURA DEL CIRCOLO POSILLIPO

04/05/2020 In Casa Sociale, Editoriale, News

La vita continua. Il Circolo Posillipo c’è. Voi ci siete?

Stiamo assistendo a un momento senza precedenti nella storia. Il mondo al tempo del Coronavirus, l’Italia al tempo del Coronavirus, il Circolo Nautico Posillipo al tempo del Coronavirus.

L’emergenza ha portato alla luce alcuni limiti organizzativi del nostro modo di vivere e ci ha quindi costretti a fare di necessità virtù, siamo chiamati a fare scelte che determineranno, positivamente o negativamente, le sorti del nostro prossimo futuro.

Il Circolo Posillipo sta avviando una prudente fase organizzativa per la riapertura. consapevole della voglia e dell’interesse comune di riprendere la frequentazione del sodalizio e di tutte le attività sociali e sportive.

Oggi è in corso la prescritta sanificazione di tutta la struttura che precede la fase di manutenzione e pulizia degli impianti e del porto. Da domani, martedì 5 maggio, riprenderà a funzionare parzialmente la segreteria dalle 9:00 alle 13:00, e tal proposito contiamo sulla sensibilità di tutti i Soci circa l’aggiornamento della propria posizione amministrativa al fine di poter onorare al meglio gli impegni assunti, soprattutto verso i dipendenti.

Sostieni il Circolo con il 5x1000Alla luce di tanto, Ti chiediamo anche di indicare il nostro sodalizio quale beneficiario del 5 x 1000, riportando il codice fiscale: 80029460633 nell’apposito riquadro della tua dichiarazione dei redditi (Cud, Unico, 730). Ricorda che il 5 x 1000 non sostituisce l’8 x 1000 e che, se non viene destinato, è comunque trattenuto dallo Stato.

Contiamo di riaprire la sede ai Soci a partire dal 18 maggio, sempre nel rispetto delle disposizioni governative e del buon senso.

Come è noto la riapertura, con lo spettro del coronavirus, comporterà il dover affrontare nuovi problemi, sia per l’attività sportiva, sia per l’attività sociale. A tal proposito comunichiamo che in questo periodo abbiamo avuto un incontro con l’assessore allo sport Ciro Borriello ed i presidenti di tutti i Circoli napoletani e anche due incontri con i presidenti delle società di pallanuoto di A1 per discutere sulla prosecuzione del campionato e sulla riapertura degli impianti sportivi per il prossimo campionato.

| Area Comunicazione

INCONTRO CON IL COMUNE DI NAPOLI IN VIDEOCONFERENZA

21/04/2020 In Casa Sociale, Editoriale, News

SODDISFAZIONE DEL PRESIDENTE SEMERARO CHE HA INCONTRATO L’ASSESSORE BORRIELLO E I PRESIDENTI DEGLI ALTRI CIRCOLI CITTADINI

Siamo soddisfatti della disponibilità e della vicinanza del Comune di Napoli che ha deciso di venire incontro alle nostre difficoltà in un momento così delicato”, così il Presidente del Circolo Nautico Posillipo, Vincenzo Semeraro subito dopo la video conferenza con l’assessore allo sport del Comune di Napoli Ciro Borriello e i presidenti degli altri Circoli cittadini: “L’amministrazione ha stabilito per i Circoli l’esenzione dal pagamento dei canoni di locazione e della TARSU da Marzo a Dicembre 2020 dando respiro al nostro e agli altri circoli in tempo di Covid19”.

Ancora nessuna indicazione sulle riaperture, “anche perché”, spiega ancora Semeraro, “queste dipenderanno dal Ministero della Salute e dalla Regione Campania, ma siamo sicuri che anche in questo il Comune non farà mancare la sua vicinanza”.

| Area Comunicazione

BUONA PASQUA

11/04/2020 In Casa Sociale, Editoriale, News

Cari soci, dipendenti e amici del Posillipo, in questo momento così delicato e surreale, vi auguriamo la serenità di una Pasqua con le vostre famiglie, con il cuore rivolto ai vostri cari, spesso lontani, e con la speranza di ritrovarci presto di nuovo tutti insieme al nostro amato Circolo Posillipo.

| Area Comunicazione

PREMIO “POSILLIPO CULTURA DEL MARE”: TORNEREMO PIÙ FORTI E UNITI CHE MAI

08/04/2020 In Casa Sociale, News

Cari soci, cari dipendenti, cari sportivi,

noi del “Posillipo” siamo una piccola comunità. Ci unisce l’amore per il mare, lo sport, la vita. Siamo protesi come una zattera fantastica su un mare che scivola sul bagnasciuga del tempo, mai paghi della sua bellezza anche in una stagione al momento dispensatrice di apprensione e lutti.

Un mare che divide ed unisce, come sempre nella sua storia. Ma più che mai, in questi giorni drammatici per tutti, noi vogliamo unire. E guardare al nostro mare, tesoro unico, come il nostro Golfo affacciato nel Mediterraneo.

Avevamo già pronta l’edizione speciale del Premio Cultura del Mare. Lo avevamo dedicato quest’anno alla bellezza ed alla cultura. Avevamo già pronti gli inviti, per artisti, intellettuali, istituzioni, come sempre. Con la semplicità e l’organizzazione amicale di una comunità piccola ma che ha una grande storia. E da lì, prestissimo, intendiamo ripartire!

Con una grande festa del mare, una grande festa della cultura, una grande festa della bellezza. I tre “ingredienti” che salveranno ancora una volta Napoli. Una festa del mare aperta alla Città. Perché il Circolo Posillipo con la sua storia secolare è patrimonio di Napoli. Ed il Premio Cultura del Mare, con la presenza al massimo livello di personalità che hanno onorato ed onorano Napoli nel mondo, negli anni lo ha confermato.

Faremo di più e meglio. Pensando innanzitutto ai nostri giovani ed allo sport. Più che mai ossigeno, energia, futuro. Certi che ogni socio con il suo bagaglio di cultura e professionalità in mille settori e con il suo spirito di appartenenza vorrà collaborare con idee, progetti, concretezza di gesti.

Come siamo certi che, in questo difficile momento, anche le Istituzioni saranno vicine ai nostri lavoratori con provvedimenti adeguati. Il Circolo non li lascerà soli. Né loro né le loro famiglie. Siamo certi che dal Sindaco al Presidente della Regione verranno azioni concrete di salvaguardia per il lavoro e per una storia che – ripetiamo – appartiene alla città. Aspetti burocratici ed operativi dovranno avere corsie di emergenza.

Quando tutto questo sarà finito, speriamo prestissimo, ci ritroveremo tutti sul nostro terrazzo proteso sul mare di Napoli a festeggiare la rinascita. Con un Premio PosillipoCultura del Mare” che non potrà non tener conto nella sua prossima edizione di quegli angeli, medici e personale infermieristico ma anche volontari e gente comune, che nell’emergenza sono stati vicino a chi soffre, a chi è debole, a chi è solo.

Grazie ai soci per la comprensione e la disponibilità. Grazie ai nostri dipendenti per i sacrifici e la professionalità, grazie ai nostri sportivi e ai nostri istruttori, motore del Circolo.

Palazzo Donn'Anna

Palazzo Donn’Anna

Il Circolo Posillipo – che apre da un secolo i battenti a quel Palazzo Donn’Anna decantato da Dudù La Capria, proteso su scogli magici ed un mare meraviglioso – è presidio di autentica “napoletanità”, laboratorio di autentica bellezza, volano di secolare cultura del mare.

Il mare unisce più che mai. E noi vogliamo continuare a farci abbracciare dal nostro mare. Per contribuire nel nostro piccolo alla ripresa di una Napoli seria, forte, vincente.

Il nostro auspicio è di poter riaprire appena possibile il nostro amatissimo Circolo e in quell’occasione celebrare la ripresa delle attività, unendoci tutti in un simbolico abbraccio – socie, soci, atlete ed atleti, sportivi di tutte le età, giovani e meno giovani, dipendenti – in omaggio alla vita, alla speranza ed alla “Cultura del Mare”, in uno con la città di Napoli ed i suoi protagonisti.

Con viva cordialità.

| Il Comitato Organizzatore

fotogallery edizione 2019

IL VICEPRESIDENTE ILARIO: GIORNATA INTERNAZIONALE DELLO SPORT PER LO SVILUPPO E LA PACE

Oggi, 6 aprile, è la “Giornata internazionale dello sport per lo sviluppo e la pace“, proclamata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2013.

Antonio IlarioPurtroppo, siamo nel pieno di una pandemia globale che ha coinvolto pure il mondo sportivo, a tutti i livelli ed in tutte le espressioni. Ma anche in questi momenti lo sport può essere di grande utilità, perchè insegna a non arrendersi davanti alle difficoltà, cercando di superarle e sconfiggerle, – non a caso la parola atleta deriva dal greco άθλος, lotta – ed a ritrovare un sorriso perduto.

Il Circolo Posillipo ormai da un mese è chiuso e non vede i suoi atleti, dai più giovani ai più affermati, allenarsi lì. Atleti, che, comunque, si allenano a casa grazie all’impegno straordinario degli allenatori, continuando a tenere accesa la fiamma della loro passione.
Perchè lo sport è una scuola dove si forgiano le virtù per la crescita umana e sociale delle persone, che porta con sé tantissimi valori che divengono parte del vivere quotidiano: il sacrificio, la lealtà, il lavoro di squadra, la disciplina, l’umiltà, così come il rispetto per l’avversario e per le regole del gioco. E questi valori divengono un patrimonio degli atleti che nessuno e niente potrà mai portar loro via.

Cercando di non cadere in una facile retorica, voglio dire che i nostri ragazzi questi valori li hanno, sono nel loro patrimonio, li hanno appresi con anni di dedizione e rinunce, e ne devono essere esempio per tutti. Allora, noi li ringraziamo e li esortiamo a continuare a non mollare, non di meno in un momento difficile come questo, ed a ricordare anche a noi di non mollare mai ugualmente al di fuori dello sport.

Sport che, dopo questa emergenza, nella ripresa potrà essere un potente strumento sociale ed economico, non solo nell’offrire un grande contributo nel riunire, aiutare chi ha subìto traumi, ridurre la vulnerabilità dei più colpiti, ma anche, con l’impegno e il contributo di tutti i soggetti che vi afferiscono, nel dare certezze a tutti gli appassionati che vi hanno dedicato e dedicano le loro migliori energie.

Il vicepresidente sportivo
Antonio Ilario