GALÀ DI FERRAGOSTO AL POSILLIPO

08/08/2020 In Casa Sociale, News

SABATO 15 AGOSTO ALLE 20.00

Cena servita al tavolo e Musica Live

Prenotazione obbligatoria entro mercoledì 12 agosto

informazioni in portineria o contattando i Consiglieri:

  • Gianluca De Crescenzo 335 7223444
  • Pippo Russo 335 6610575
  • Filippo Smaldone 337 843227

Saranno rispettate le normative anti Covid19 vigenti per l’assegnazione dei posti

Menù:

  • Aperitivo con vini fruttati della costiera con percoche
  • Bollicine
  • Seppie e gamberi fritti
  • Crocchette e fiori di zucca farciti
  • Verdure in pastella ai tre colori
  • Calamaro farcito con olive nere, capperi e pane aromatizzato
  • Cozze in guazzetto con dadolata di crostini
  • Paccheri di Gragnano con vongole e zucchine
  • Tortino di pesce e gamberi bianchi su vellutata al vino e timo (alternativa di carne)
  • Insalatina agrumata
  • Tartufo bianco con fragoloni e salsa di fragole fiammate
  • Anguriata naturale e ubriaca

Vino Coda di volpe – Cantina campana
Bollicine di Ferragosto

| Area Comunicazione

FOTOGALLERY DEL CONCERTO “UN MARE DI MUSICA”

05/08/2020 In Casa Sociale, News

SUCCESSO DEL CONCERTO DIRETTO DA SIMONETTA TANCREDI ALLA PRESENZA DI UN NUMEROSO E ATTENTO PUBBLICO DI SOCI E AMICI

In una serata dal clima piacevole e con cielo limpido dopo i saluti del Presidente Vincenzo Semeraro e del Consigliere Filippo Smaldone, Simonetta Tancredi ha presentato i musicisti che con notevole estro hanno intrattenuto il pubblico nella terrazza del sodalizio rossoverde:

Soprano: Laura Ranieri e Annarita Buglione; Tenore: Bruno Sibillo; Baritono: Youguo Zhuo; Pianoforte: Giuseppe Leone e Simonetta Tancredi.

Musiche di Puccini, Verdi, Morricone, Lennon, Murolo, Cericola.

fotografie di Aldo Cuomo

| Area Comunicazione

NUOTO: EMANUELE RUSSO TERZO ASSOLUTO NELLA TRAVERSATA DELLO STRETTO

02/08/2020 In News, Nuoto

IL NUOTATORE POSILLIPINO STABILISCE ANCHE IL NUOVO RECORD PER I CADETTI

Terzo assoluto e primo Cadetti: un risultato straordinario quello di Emanuele Russo, nuotatore del Circolo Posillipo, alla 56ª edizione delle gara internazionale “Traversata dello Stretto – 6,2 Km”, disputatasi oggi.

Russo si è piazzato dopo Andrea Manzi e Marcello Guidi, battendo atleti di grande livello come il vicecampione del Mondo Matteo Furlan, il vincitore della scorsa edizione della competizione Pasquale Sanzullo, il vincitore della Capri-Napoli, Francesco Ghettini e tanti altri campioni, in una gara ad alto valore agonistico, un’edizione che mai prima d’ora aveva visto gareggiare così tanti atleti di enorme livello.

L’alfiere del Posillipo, ha avuto una tenuta di gara praticamente perfetta durante la quale ha solcato la corrente dello Stretto di Messina da solo, contando sulle sue forze e sulla guida dell’allenatore Rosario Castellano e del barcaiolo Paolo Donato, per poi aggregarsi a Manzi e a Guidi alla boa, e insieme a loro terminare la gara con un meritatissimo terzo posto.

Classe 2000 contro i classe ‘97, il terzo posto gli è valsa anche la vittoria assoluta della categoria Cadetti con record assoluto della manifestazione categoria Cadetti, con il tempo di 48’56”, staccando di minuti chi lo seguiva. Un risultato eccezionale che adesso proietta Emanuele Russo tra i primi atleti in Italia.

Un orgoglio per il sodalizio rossoverde, come ci tiene a sottolineare il Vicepresidente sportivo Antonio Ilario: “Atleti come Emanuele rappresentano in pieno l’animo sportivo del nostro Circolo, e ci rendono fieri dei valori che discipline come il nuoto riescono a trasmettere. Ottenere poi dei risultati del genere, ci gratifica per gli sforzi compiuti nel sostenere lo sport e tutti i nostri atleti”.

Prossimo appuntamento i Campionati Italiani assoluti a Piombino dal 17 al 21 Agosto, dove Russo gareggerà sulle distanze 10, 5 e 2,5 km.

| Area Comunicazione

CASA SOCIALE: PRESENTATO AL POSILLIPO “RENATO CACCIOPPOLI. L’ENIGMA”

30/07/2020 In Casa Sociale, News

Martedì 28 luglio è stata presentata sulla terrazza del Circolo Nautico Posillipo la seconda edizione aggiornata del libro “Renato Caccioppoli. L’enigma” di Piero Antonio Toma (Edizioni Scientifiche Italiane).

Dopo l’indirizzo di saluto del presidente Vincenzo Semeraro e del consigliere delegato agli eventi culturali del Circolo, Filippo Smaldone, sono intervenuti con l’autore Antonio Bassolino, già sindaco di Napoli e ministro, Guido Trombetti, matematico e già rettore dell’università Federico II, e Dinko Fabris, musicologo e direttore di Dipartimento del Teatro di San Carlo.

Sono poi stati eseguiti dei brani di musica molto cari a Caccioppoli, che, oltre ad essere un grande matematico, era anche un eccellente musicista dal pianista Fabio Espasiano con il soprano Alessia Di Cicco, il mezzosoprano Rosa Montano e il tenore Pasquale Riccio che hanno interpretato tre lieder di Strauss e due estratti dell’Agnus Dei di Beethoven. Il pianista Pasquale Ruggiero ha eseguito Al chiaro di luna di Beethoven, la Polonaise 44 di Chopin e La fille aux cheveux de ljn di Debussy.

| Area Comunicazione

DODICI MAGAZINE

28/07/2020 In Casa Sociale, News

È in distribuzione nella club house per i soci del Circolo il n. 3, luglio-settembre 2020, di Dodici, free press trimestrale di attualità, cultura e eccellenze edito dal gruppo editoriale Architesto di Napoli e diretto da Daniela Rocca.

Daniela Rocca

cari lettori,
_________

Quando penso a Napoli e alla Campania provo un senso di sano ottimismo. Parlo di quell’ottimismo che nasce dalla considerazione che quando si è arrivati sul fondo di un pozzo non si può che risalire. La storia conferma che spesso il nostro territorio ha avuto momenti cupi ma con tenacia, concretezza, creatività e lungimiranza è riuscito sempre a ritornare in superficie raggiungendo traguardi impensabili.
L’esperienza che abbiamo vissuto nei mesi scorsi ha lasciato solchi profondi, non solo negli affetti delle persone ma anche nell’economia.
dodici copertina luglio 2020Per due lunghi mesi si è fermato il Paese, si sono chiuse tutte le attività produttive, le città sono diventate silenziose e la vita delle persone si è dilatata in un tempo irreale, protetta dalle abitazioni di ognuno di noi. Dall’esperienza vissuta, però, una cosa si è capita in modo molto chiaro, che le uniche realtà da tutelare e valorizzare sono le nostre specificità. E da questa premessa Dodici vuole ripartire in punta di penna, con leggerezza e determinazione. È giunto il momento di orientare il nostro destino. Ed è per questo motivo che quando ho pensato alle parole chiave di questo numero, si sono delineate immediatamente le parole etica, formazione, ricerca e innovazione ma, soprattutto, bellezza, ovvero la vera peculiarità del territorio, come punto di partenza per il rilancio e la riqualificazione della nostra economia. Una nuova carta d’identità per il mondo produttivo, inserita in una visione complessiva di medio e lungo termine, sostenibile ed ecosistemica.
Una bellezza data dall’incontro tra l’aspetto naturale del territorio e la biodiversità, all’interno del quale si è formato un popolo operoso e creativo, una creatività che nasce dall’incontro tra l’armonia fisica e lo
spessore della cultura e che rappresenta la base, antropologicamente parlando, dell’ibridazione millenaria della nostra terra.
Non può che cominciare da questo punto il fil rouge che abbiamo scelto per godere appieno della preziosità del nostro territorio, ricco di potenzialità umane ed economiche che hanno la forza e la determinazione per esprimersi. Una Regione che ha fondato i suoi successi sulla consapevolezza delle proprie origini e sulla forza dei propri valori. Valori che oggi la rendono una realtà pronta a scommettere sulle nuove sfide che il futuro pone all’orizzonte, perché questa gente concreta e solidale ha costruito la propria storia sull’ingegno, la solidarietà e la determinazione. Cade in errore chi crede che il fascino della Campania si esaurisca con le sue perle più conosciute, come Capri o Positano, mete storiche del turismo estivo. Una delle peculiarità di questo territorio è, infatti, avere anche tanti piccoli centri urbani, tutti diversi tra loro. Accomunati, però, dalla sensazione di un profondo e intimo legame col territorio, la sua cultura, la tradizione, la memoria.
Questa è una Regione piena di bellezza e dalle mille sfaccettature. «Napoli per me non è solo una città, ma una componente dell’animo umano che si può trovare in tutte le persone, siano esse napoletane o no», scriveva Luciano De Crescenzo nel libro Così parlò Bellavista.
Napoli, amore e libertà… E come dargli torto!

Buona lettura

dodicimagazine.com

CASA SOCIALE: SUCCESSO DEL CONCERTO AL CIRCOLO POSILLIPO

27/07/2020 In Casa Sociale, News

Straordinario successo ieri al Circolo Posillipo per il concerto “Sulle Ali del Canto“, a cura di Gabriella Colecchia e con Simonetta Tancredi al pianoforte, cui hanno preso parte tantissimi soci e socie del sodalizio, in una meraviglia serata all’insegna della musica.

A fare gli onori di casa per il Posillipo, il consigliere alla Casa Filippo Smaldone, con una breve introduzione del socio Prof. Massimo Loiacono.

| Area Comunicazione

CASA SOCIALE: PRESENTATO IL LIBRO DI ASCIERTO, LA FOTOGALLERY

25/07/2020 In Casa Sociale, News

«IL VIRUS È ANCORA IN CIRCOLAZIONE:  Non c’ è e non può esserci alcun rompete le righe».

Il dottore Paolo Ascierto, lo scienziato del Pascale cui si deve una delle terapie possibili per intervenire contro la malattia, chiede ancora che «i cittadini siano responsabili» . «Abbiamo fatto sacrifici importanti. Non dobbiamo vanificarli adesso».

Questo in sintesi quanto dice al Circolo Posillipo alla presentazione del libro che Ascierto ha scritto a quattro mani con il giornalista Ugo Cundari. “Un medico in prima linea. Paolo Ascierto” è il titolo del volume pubblicato da Guida editori, un libro intervista che racconta lo scienziato e l’ uomo.

E ai giovani dice: «I giovani devono adeguarsi alla situazione senza rinunciare alla loro vita sociale e alle chiacchiere al bar, ma non devono abbandonare il senso di responsabilità che ci impone l’ uso delle mascherine e degli igienizzanti per le mani».  «Non ci sono stati picchi dell’ epidemia. Il che dimostra che mascherine e igienizzanti possono portarci al contagio zero».

Foto di Nunzio Russo

| Area Comunicazione

PALLANUOTO: CONCLUSA AL POSILLIPO LA 1ª EDIZIONE DEL BEACH WATERPOLO TOURNAMENT

24/07/2020 In News, Pallanuoto

OTTIMI RISULTATI, MA IL VERO VINCITORE È STATO LO SPORT: HANNO VINTO L’ENTUSIASMO, LA SANA COMPETIZIONE, L’AGONISMO E LA VOGLIA DI TORNARE A GIOCARE!

Si è conclusa con questi straordinari risultati la prima edizione del Beach Waterpolo Tournament, il torneo a cinque squadre, tra cui una rappresentanza straniera, disputatosi il 21-22 e 23 luglio al Circolo Nautico Posillipo. Organizzato dal sodalizio rossoverde, il torneo ha coinvolto cinque club, 150 giovanissimi per tre categorie di atleti dagli 11 ai 17 anni, per il Posillipo allenate da Davide Truppa (U13), Francesco Falco (U15) Gennaro Mattiello (U17), preparatore atletico Giuseppe Casadei.

Il Posillipo, l’Acquachiara, la Canottieri, il San Mauro, con le formazioni under 13, 15 e 17, si sono dunque sfidate nell’entusiasmante susseguirsi di gare con l’eccezionale partecipazione della rappresentativa inglese del Naples Waterpolo Camp, per la categoria Under 17.

A portare a casa il primo posto sono state per l’U13A, il Circolo Posillipo; per l’U15A, il San Mauro; per l’U17 il Circolo Posillipo. Consegnata una targa all’arbitro Filippo Massimo Gomez.

La giornata finale del torneo è stata anche l’occasione per salutare, festeggiandolo con affetto con i compagni di quella che è diventata ormai la sua ex squadra, Tommi Negri, al quale il Presidente del Circolo Nautico Posillipo Vincenzo Semeraro ha consegnato una targa ricordo per gli alti valori umani e sportivi che incarna.

In questo torneo ha davvero vinto lo sport”, ha sottolineato Roberto Brancaccio, allenatore della prima squadra di pallanuoto del Posillipo: “e al di là dei risultati, sicuramente belli e importanti, la nostra soddisfazione è stato vedere con quanto entusiasmo i ragazzi hanno preso parte a questa prima edizione“. “Il nostro Circolo si identifica con lo sport“, ha aggiunto il vicepresidente sportivo Antonio Ilario, “che oggi si è esaltato nella pallanuoto ma che ogni giorno si esalta con tutte le discipline del nostro Circolo, nonostante le difficoltà. In fondo, citando Pierre de Coubertin, lo sport va cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla“.

| Area Comunicazione