TOMMASO NEGRI, IL PORTIERE DELLA PALLANUOTO ITALIANA

27/05/2020 In News, Pallanuoto

TRENTAQUATTRO ANNI PER TOMMASO NEGRI – da periodicodaily di Angelica Morrone

Ieri, 26 maggio, ha compiuto trentaquattro anni Tommaso Negri, il pallanuotista Italiano. Il suo ruolo è il portiere, ed è entrato a far parte della società ligure Pro Recco dal 15 Maggio 2020, che lo ha acquistato.

Tommaso dal 2007 al 2009 è stato legato sentimentalmente con una nota sportiva, pallavolista della nazionale Italiana. La Carriera di Tommaso Negri Inizia la carriera nelle giovanili della Sportiva Sturla, dove gioca la stagione 2001/2002 di serie C conquistando a fine campionato la promozione in serie B. Nel mese di agosto 2003 si trasferisce con la formula del prestito annuale alla Pro Recco, dove vince un titolo allievi a Pescara. E dove, l’8 marzo 2003 alla piscina Sciorba di Genova, esordisce in serie A1 contro la Rari Nantes Florentia. Scendendo in acqua durante l’ultimo tempo senza subire neppure una rete (partita vinta 14-7).

La Stagione 2003-2005 di Tommaso Negri
Il 17 maggio 2003 vince anche la sua prima Eurolega nella final four di LEN Champions League 2002-2003 di Genova, senza però essere mai sceso in campo. Passa a titolo definitivo alla Rari Nantes Bogliasco nel settembre 2003, nella quale matura esperienza nella massima serie. E dove vince due titoli juniores, uno nel 2004 a Salerno, dove inoltre viene premiato come miglior portiere del campionato, e l’altro nel 2005 ad Imperia.

La Stagione 2007-2011 di Tommaso Negri
Dopo quattro stagioni, nel settembre 2007 passa a titolo definitivo dal Bogliasco al Circolo Nautico Posillipo. La prima stagione 2007/08 si alterna con l’esperto Fabio Violetti, raggiungendo la semifinale scudetto contro la Leonessa Brescia. Poi Circolo Nautico Posillipo viene eliminato in due gare raggiungendo la terza posizione finale.

La stagione 2008/09 Tommaso raggiunge quota 96 presenze tra campionato e coppe che lo portano a conquistare prima la finale scudetto contro la Pro Recco (persa poi per 3-0). E successivamente la convocazione per i mondiali di Roma 2009. Dalla stagione 2009 Tommaso aveva scelto di giocare sempre con il numero 13.
Nelle due stagioni seguenti, 2009/10 e 2010/11, raggiunge sempre la semifinale scudetto, perdendo però in entrambe le occasioni contro la Carisa Savona. Non riuscendo così a rigiocare la finale scudetto già disputata nel 2009 contro la Pro Recco (persa 3-0).

La Stagione 2011-2012 di Tommaso Negri
Durante la stagione 2011/2012, succede qualcosa prima dell’inizio della partita Circolo Nautico Posillipo – Rari Nantes Florentia (partita valevole per il quarto di finale play-off). Tommaso riceve dal presidente Bruno Caiazzo una targa per il raggiungimento del traguardo delle 200 partite in rossoverde.
Nel maggio 2011 ad Ostia, durante un raduno della nazionale maggiore in preparazione per il mondiale di Shanghai, Tommaso subisce un infortunio al ginocchio ed è costretto ad un intervento che lo terrà fuori per i seguenti due mesi.

In questi anni resta nell’orbita della nazionale maggiore dove gioca qualche amichevole senza però mai prendere parte ad alcuna competizione internazionale. La sua ultima partita in azzurro risale al 6 gennaio 2012 Italia-Canada valevole per la Volvo Cup.

La Stagione 2012-2016 di Tommaso Negri
Nel corso della stagione 2012/2013 taglia l’importante traguardo delle 300 partite in rossoverde. Diventando così il secondo giocatore con più presenze nella rosa attuale del Circolo Nautico Posillipo, dietro solo al capitano Valentino Gallo. Nella stagione 2014-2015 si gioca la partita di Coppa dei Campioni del 19 ottobre 2014 a kragujevac (Serbia) tra Radniki e C.N. Posillipo e Tommaso indossa per la prima volta la fascia di capitano della sua squadra.

L’11 aprile 2015 affronta la gara di ritorno della Finale di Len Euro Cup, il derby napoletano tra il C.N. Posillipo e l’Acquachiara (andata 6-6 ritorno 11-10). In questa finale Tommaso conquista la sua prima Euro cup, arricchendo così la bacheca del circolo di mergellina con l’unica coppa europea che ancora mancava. La stagione 2015-16 si apre con la rottura del setto nasale durante un allenamento, infortunio che costringe Tommaso a saltare le prime tre giornate di campionato. Il 25 novembre 2015 nella piscina di Sori (Ge) arriva la sconfitta in Finale della Supercoppa Europea nel derby tutto italiano contro la formazione ligure della Pro Recco.

Nel novembre 2018 si Laurea a pieni voti in scienze motorie presso l’Università Pegaso di Napoli. Infine il 15 Maggio 2020 viene acquistato di nuovo dalla Pro Recco. “Diamo il benvenuto a Tommaso” le parole del presidente Maurizio Felugo “siamo doppiamente felici perché riportiamo a casa un portiere di sicuro affidamento e inseriamo nel gruppo un ragazzo positivo, nato e cresciuto a Genova. Le prestazioni di questi anni meritavano la nostra attenzione : siamo sicuri che anche a Recco saprà dimostrare il suo valore”

| Area Comunicazione

IL CIRCOLO POSILLIPO RIAPRE IL 25 MAGGIO

16/05/2020 In Casa Sociale, Editoriale, News

IL PRESIDENTE SEMERARO COMUNICA LA DATA DI APERTURA

Vincenzo Semeraro

Vincenzo Semeraro

Nell’osservanza dei divieti vigenti in materia di sicurezza disposti nella fase 2 dell’emergenza Coronavirus, si comunica che il Circolo Nautico Posillipo aprirà la propria sede a partire dal prossimo 25 maggio con le attività sportive consentite e l’elioterapia, fatte salve, naturalmente, eventuali nuove disposizioni ministeriali e regionali.

Dalla prossima settimana saranno disposti, sempre in accordo con la normativa del caso, i percorsi e i distanziamenti obbligatori per poter accedere e frequentare il Circolo.

Tali obblighi e divieti, unitamente al buon senso, andranno rispettati scrupolosamente nell’interesse e per la sicurezza di tutti.

| Area Comunicazione

CRISI DELLO SPORT, ARRIVANO VENTI MILIONI DALLA REGIONE

10/05/2020 In Casa Sociale, News

BONUS E IMPIANTI, LE RASSICURAZIONI DI DE LUCA ALLE SOCIETÀ – DA “IL MATTINO” DEL 10 MAGGIO 2020 DI F.D.L.

IL VERTICE
Roncelli-Porzio-Oliva-Tizzano-Cuomo-Trapanese-Di CaterinoUn patto per il rilancio dello sport campano. Lo ha sottoscritto il governatore Vincenzo De Luca con dirigenti, tecnici e atleti che si sono presentati ieri negli uffici del Centro Direzionale, guidati dal presidente del Coni regionale Sergio Roncelli e dai presidenti dei comitati federali per un confronto durato tre ore.

Venti milioni a disposizione delle associazioni e delle società, a cui De Luca ha rivolto rassicurazioni anche sugli impianti sportivi. Sono 70 quelli ristrutturati in occasione delle Universiadi 2019, un patrimonio da non disperdere e per questo motivo sarà costituita una cabina di regia Regione-Coni che si occuperà della gestione degli eventi e delle strutture del territorio, con il supporto dell’Agenzia delle Universiadi, che resterà attiva. Dove vi sarà l’ impossibilità dei comuni di occuparsi del funzionamento degli impianti, provvederà la Regione, che al più presto metterà a disposizione del Coni e delle federazioni le attrezzature utilizzate negli impianti delle Universiadi, poi trasferite in un deposito a Salerno. «Non va assolutamente disperso quanto è stato realizzato con la straordinaria esperienza delle Universiadi. Ci saranno riaperture progressive, come già sta accadendo in questi giorni, per attività agonistiche e amatoriali, a rischio zero o molto basso, ma sempre con precise linee guida da applicare sul fronte della sicurezza di tutti», ha spiegato il governatore, anticipando un ulteriore contributo per lo sport entro i prossimi 5 mesi attraverso i fondi europei.

RIPARTENZA
Accolto l’ appello del presidente Roncelli, che aveva presentato a metà aprile la richiesta per un bonus una tantum a fondo perduto per 5.538 società per complessivi 18,3 milioni di euro. «Il gesto e le parole del governatore De Luca restituiscono fiducia a un mondo depresso per le incertezze sul futuro», ha commentato Franco Porzio, consulente per lo sport del presidente della Regione, uno dei quattro olimpionici presenti all’ incontro. Al suo fianco Patrizio Oliva, Davide Tizzano e Sandro Cuomo, il ct della spada che ha sottolineato: «Mi occupo di sport di vertice, ma senza base non c’ è vertice. In questo momento ci sono società che sono in ginocchio e a grandissimo rischio di riapertura a settembre». De Luca attende il nuovo decreto del governo per chiarire i tempi per riaprire gli impianti sportivi: c’è, ad esempio, incertezza sul tennis anche se il presidente del comitato campano della Fit, Virginia Di Caterino, ha sottolineato che si può ripartire in assoluta sicurezza.

OPERAZIONE GIOVANI
Per Tizzano, direttore del centro di preparazione olimpica del Coni a Formia, «il problema non sono gli atleti di interesse nazionale, che già hanno iniziato ad allenarsi, ma i giovani che rappresentano il nostro futuro: senza di loro è la fine». Trapanese, numero uno della Federnuoto campana, ha sottolineato: «Grazie al governatore De Luca abbiamo ritrovato il gioco di squadra e sono sicuro che torneremo tutti insieme a vincere». Nei progetti della Regione anche una campagna di comunicazione per tranquillizzare le famiglie e i giovani sulla sicurezza delle attività sportive dopo il Coronavirus. «De Luca ha potuto comprendere che le società sono vere e proprie imprese e con queste risorse contiamo finalmente di far ripartire lo sport in Campania», ha detto il presidente regionale del Coni Roncelli.

| Area Comunicazione

FOGLIO, DICHIARAZIONE D’AMORE PER NAPOLI E PER IL POSILLIPO

02/05/2020 In News, Pallanuoto

DA ILMATTINO.IT DI DIEGO SCARPITTI

Seduto su uno scoglio, incantato dalla grande bellezza. All’orizzonte si staglia imperioso il Vesuvio e il mare bagna Napoli. Indossa la calottina numero 4 e il costume rossoverde. È una dichiarazione d’amore quella di Gianluigi Foglio, un sognatore che non ha mai mollato, al Posillipo. La foto profilo Facebook sintetizza il rapporto speciale tra il difensore classe 1995 e il sodalizio che il 15 luglio compirà 95 anni di storia.

Passato, presente, futuro. «Ne approfitto in questo periodo di pausa forzata, per focalizzare le mie energie sulla tesi e completare il percorso di laurea», ammette il pallanuotista iscritto alla triennale in Scienze motorie. «Attendo la sessione estiva, per tagliare il traguardo e ho intenzione di continuare con la magistrale».

Principio di precauzione. «Mi manca tanto giocare a pallanuoto, più degli altri. È molto che non indosso la calottina. Lo stop della quarantena mi aiuta a recuperare meglio. Più tempo passa e più desidero tornare in vasca», ammette Foglio, in astinenza da cloro.

Difesa blindata ed equilibrio tattico. «Il legame con il Posillipo c’era, c’è, ci sarà: spero più a lungo possibile. Ho trascorso anni bellissimi a Napoli. Sono in continuo contatto con i ragazzi. Non mi sento mai troppo distante, nonostante la pandemia da Covid-19», osserva il biondo Gianluigi.

Dilemma A1. «Vedo remota la possibilità di ripresa di questo campionato anche nel periodo estivo, meglio concentrare l’attenzione sulla prossima stagione», afferma il giocatore pugliese, che sottolinea l’«ottimo rapporto con la società posillipina: mi è sempre stata vicina anche in questi anni difficili».

Il tempo non scalfisce il ricordo della vittoria continentale nel 2015. «Ci sono buoni propositi, spero di riprendere a giocare e ripartire insieme al Posillipo, con il quale ho trascorso anni bellissimi, coronati dalla vittoria importante dell’Euro Cup cinque anni fa».

Super derby. «Un ricordo indelebile. È stato stupendo vedere la Scandone gremita all’inverosimile, che difficilmente si presenta così durante la regular season. Un ricordo fantastico che spero si possa ripetere», dichiara orgoglioso Foglio, già campione mondiale a Perth nel 2012. «Euro Cup unico trofeo che mancava nella gloriosa storia del Posillipo. Sono onorato di averlo vinto ed aver contribuito a metterlo nella già nutrita bacheca rossoverde: un sogno che si è realizzato».

Psicologia positiva. «Esempio nitido di quanto la voglia e l’unione di un gruppo possa portare al raggiungimento di un obiettivo. Un desiderio coltivato ed espresso nella fortissima volontà del collettivo, costruito con la motivazione del singolo giocatore».

Gianluigi Foglio

Gianluigi Foglio

Condivideva la casa con Vincenzo Dolce, divenuto campione del mondo a Gwangju nell’estate del 2019, insieme a Vincenzo Renzuto Iodice. Terzetto che alzò al cielo di Fuorigrotta il trofeo europeo grazie alle parate di Tommaso Negri. I quattro atleti rossoverdi si resero protagonisti al San Paolo alla vigilia di Italia-Armenia.
«Avemmo la possibilità di incontrare Lorenzo Insigne. Fu una bella esperienza. Intesa automatica tra il Napoli e il Posillipo. È giusto che ci sia connessione tra sport diversi, che mette in risalto gli sportivi della città. Lorenzo Insigne si mostrò molto disponibile nei nostri confronti, contento di ricevere la nostra calottina. Si trattò di un confronto simpatico e formativo: scattò subito stima reciproca tra vere eccellenze. Spero che in futuro possa irrobustirsi la sinergia tra i due club e possa nascere qualche altra iniziativa», auspica Foglio.

Partenope. «Napoli mi manca molto, pur essendo di Giovinazzo, un bel paesino sul mare. Napoli è la mia seconda casa, dove mi sono trovato sempre bene. Otto stagioni in rossoverde, rapporti importanti stretti negli anni. Città bellissima, amo il Meridione. Napoli rispecchia molti valori che riscontro nella vita quotidiana, nonostante i soliti stereotipi che affibbiano».

Strizza l’occhio. «Conto di tornare presto a trovare i miei compagni di squadra, appena sarà possibile. Vorrei ricambiare l’affetto che hanno sempre mostrato medici, tecnici e staff nei miei confronti. Speriamo bene per la prossima stagione e in un futuro a tinte rossoverdi».

Amore e psiche, cuore e ragione

| Area Comunicazione

INCONTRO CON IL COMUNE DI NAPOLI IN VIDEOCONFERENZA

21/04/2020 In Casa Sociale, Editoriale, News

SODDISFAZIONE DEL PRESIDENTE SEMERARO CHE HA INCONTRATO L’ASSESSORE BORRIELLO E I PRESIDENTI DEGLI ALTRI CIRCOLI CITTADINI

Siamo soddisfatti della disponibilità e della vicinanza del Comune di Napoli che ha deciso di venire incontro alle nostre difficoltà in un momento così delicato”, così il Presidente del Circolo Nautico Posillipo, Vincenzo Semeraro subito dopo la video conferenza con l’assessore allo sport del Comune di Napoli Ciro Borriello e i presidenti degli altri Circoli cittadini: “L’amministrazione ha stabilito per i Circoli l’esenzione dal pagamento dei canoni di locazione e della TARSU da Marzo a Dicembre 2020 dando respiro al nostro e agli altri circoli in tempo di Covid19”.

Ancora nessuna indicazione sulle riaperture, “anche perché”, spiega ancora Semeraro, “queste dipenderanno dal Ministero della Salute e dalla Regione Campania, ma siamo sicuri che anche in questo il Comune non farà mancare la sua vicinanza”.

| Area Comunicazione

BUONA PASQUA

11/04/2020 In Casa Sociale, Editoriale, News

Cari soci, dipendenti e amici del Posillipo, in questo momento così delicato e surreale, vi auguriamo la serenità di una Pasqua con le vostre famiglie, con il cuore rivolto ai vostri cari, spesso lontani, e con la speranza di ritrovarci presto di nuovo tutti insieme al nostro amato Circolo Posillipo.

| Area Comunicazione

IL NOSTRO CIRCOLO, LA NOSTRA CITTÀ – SU “IL MATTINO” DI OGGI

02/04/2020 In Casa Sociale, Editoriale, News

LETTERA DEL PRESIDENTE SEMERARO ALLA CITTÀ

Il Circolo Posillipo, che ha quasi cent’anni di vita e che ho l’onore di guidare, ha dato alla città ed alla nazione tanti campioni in tutti gli sport, dalla pallanuoto alla scherma, dal nuoto alla vela, dal canottaggio alla canoa.
Lo sport, in queste settimane così difficili, non si ferma: da casa continuano ad allenarsi i giovani atleti e gli agonisti del sodalizio che praticano ogni giorno le discipline del Circolo.

Dai canottieri, che a casa si sono portati gli attrezzi del mestiere, ai giocatori della prima squadra e delle giovanili di pallanuoto che seguono attraverso i social le lezioni degli istruttori, ma anche canoisti, nuotatori, giovani promesse della scherma, tutti fiore all’occhiello del Circolo, che non si fermano e che all’hashtag #iorestoacasa, affiancano altri messaggi, ossia #iomiallenoacasa, #nonsimollamai. Insomma, lo sport si può fare, anche se tutto intorno è fermo per la pandemia mondiale. Passerà. Intanto però, l’emergenza sanitaria impone di guardare anche oltre, a quella inevitabile e strettamente collegata che è l’emergenza economica.

Il Circolo Nautico Posillipo visto dalla Villa Doria d'Angri

Il Circolo Posillipo è pronto a riaprire, accogliendo nuovamente, non solo i propri soci, ma anche tutti gli atleti ed istruttori che quotidianamente lo frequentano e che ora mordono il freno per ricominciare amettersi alla prova. I circoli hanno dato molto e continuano a dare allo sport, che, senza questo apporto e quello delle altre associazioni sportive, sarebbe negato nella nostra città. Non è pensabile, però, che l’unico aiuto per affrontare le conseguenze della forzata chiusura delle attività e la inevitabile crisi economica conseguente alla pandemia di coronavirus sia solo il bonus di seicento euro ai collaboratori sportivi e la temporanea sospensione dei canoni relativi all’affidamento degli impianti sportivi. Occorre fare di più. Le istituzioni tutte devono riconoscere, come di recente affermato dal Presidente della FIN Paolo Barelli, che «lo sport in Italia si può praticare solo grazie alle associazioni e alle società sportive dilettantistiche». Allora si spera che anche le istituzioni riescano davvero a supportarle, in primo luogo portando a compimento i meccanismi di affidamento degli impianti, ma tenendo nella giusta considerazione l’attività, sportiva e sociale, svolta, anche in sostituzione dellamano pubblica.

È necessario che in tempi brevissimi venga formalizzato il nuovo affidamento dell’impianto sportivo che costituisce la nostra sede e che serve tutta la città, altrimenti non potremmo programmare gli impegni agonistici di alto livello per la prossima stagione sportiva. Ma siamo fiduciosi che le istituzioni ci consentiranno di continuare la nostra gloriosa storia sportiva e sociale, insieme alle centinaia di nostri atleti, piccoli e grandi, istruttori e dipendenti; anzi ci permetteranno di incrementare tutte le attività sportive e culturali e farle essere un volano per la ripresa della nostra città.

Le questioni restano aperte e impelle la necessità di non farsi trovare impreparati, quando tutto questo sarà, finalmente, finito.

| Il Presidente Vincenzo Semeraro

Lettera Semeraro - Il Mattino - 2020-04-02

CONTINUA L’INIZIATIVA DE “IL MATTINO” A FAVORE DEL COTUGNO

22/03/2020 In Casa Sociale, News

DONAZIONI ANCHE DA FUORI REGIONE – LA SOTTOSCRIZIONE DEL MATTINO

» È una gara di solidarietà la raccolta fondi promossa dal giornale
» Si susseguono dimostrazioni di vicinanza ai medici e agli infermieri dell’ ospedale

L’ INIZIATIVA
Quarto giorno della raccolta fondi promossa dal Mattino a favore dell’ ospedale Cotugno di Napoli, in prima linea nella lotta contro il coronavirus. Procedono le donazioni provenienti da più parti, anche fuori regione, di chi ha voluto contribuire dimostrando in concreto la propria vicinanza ai sanitari e alla struttura ospedaliera che, in Campania, è la più impegnata contro l’ epidemia.

Ferrara - Cuomo - Sansone 2020-03-22I TESTIMONIAL
È una gara nella raccolta di fondi, ma è anche un moltiplicarsi di testimonial che mettono la loro faccia a favore dell’ iniziativa del Mattino. Sono quattordici, per il momento, ad aver registrato dei video nelle loro case per invitare a donare qualcosa. «Aiutiamo chi è in prima linea in un lavoro essenziale – dice Ciro FerraraStanno facendo un lavoro enorme, Donare, donare, donare e guagliò, a nuttata adda passà».

Un altro ex calciatore del Napoli, Ruud Krol, ha mandato un video al Mattino. Dice: «Per favore, aiutate Il Mattino nella raccolta fondi. È molto importante, forza Napoli».

Si leva anche un’ altra voce nel mondo dello sport, è lo schermitore Sandro Cuomo, che spiega con pacatezza: «In questo momento possiamo fare molto e far sentire come il nostro cuore sia vicino a chi sta lavorando da giorni per aiutarci. Per favore, contribuite alle donazioni promosse dal Mattino».

LA MUSICA
Nel mondo della musica e dello spettacolo, i video di sostegno alla raccolta sono stati diversi. Da Gigi D’ Alessio a Enzo Avitabile, Enzo Gragnaniello, Gino Rivieccio, Tosca, Teresa De Sio, Andrea Sannino.

A loro si unisce anche Dario Sansone dei Foja, che dice: «Stare a casa è un sacrificio, ma pensate a chi si sta sacrificando per tutti voi. Quando Napoli chiama, i Foja rispondono per sostenere la campagna del Mattino. Date una dimostrazione concreta della vostra vicinanza ai sanitari del Cotugno. M’ arraccumanno, mettitece o core».

I FONDI
La raccolta dei fondi avviene attraverso il conto corrente della Banca Finnat su cui inviare i bonifici segnando la causale «Il Mattino per emergenza Coronavirus». Piccole come grandi donazioni si susseguono, in una gara di solidarietà che dimostra quanto Napoli e l’ intera Campania seguano con simpatia il lavoro del Cotugno.

Dai sanitari agli amministratori dell’ ospedale Cotugno i commenti sull’ iniziativa, che si unisce alle altre 106 dello stesso tipo avviate negli ultimi dodici giorni a favore della struttura in prima linea, sono tutti di riconoscimento. È il cuore della Campania che risponde come sempre e vuole sostenere chi, per la salute di tutti, è più esposto ad affrontare l’ insidiosa epidemia per evitarne l’ aggravamento. L’ Iban per contribuire all’ aiuto all’ ospedale Cotugno è sempre lo stesso, ma è giusto ripeterlo:

IT 16 U 03087 03200 CC0100061038. C’ è anche lo Swift code, che è FNATITRRXXX

da “IL Mattino” del 22 marzo 2020 – di Gigi di Fiore.

Donazioni al Cotugno covid 192020-03-22

| Area comunicazione

LETTERA DEL PRESIDENTE AI SOCI: TORNEREMO A INCONTRARCI, E SARÀ BELLISSIMO!

20/03/2020 In Casa Sociale, Editoriale, News

 TORNEREMO A INCONTRARCI AL CIRCOLO POSILLIPO, E SARÀ BELLISSIMO!

Cari consoci,

stiamo tutti vivendo un momento difficile e di grande preoccupazione, che ci impone molti sacrifici.

Mi auguro vivamente che tutti voi, assieme ai vostri familiari e ai vostri amici stiate bene e che questo momento così complicato possa essere superato presto e nel migliore dei modi.

In ragione dell’emergenza Coronavirus, il nostro Circolo è chiuso, cosa di cui nessuno di noi ha memoria, ed è proprio in questi giorni che stiamo constatando quanto sia importante per noi tutti questo luogo che ci regala gioia di vivere, di incontrarci, di essere una grande famiglia, immersi nella bellezza, tra terra e mare, e che ci permette di curare il corpo e l’anima. L’augurio è dunque di rincontrarci tutti al più presto al Circolo.

Nel frattempo, con la consapevolezza che oggi è nostro dovere di cittadini restare a casa e dare priorità assoluta alla salute personale e della collettività, vi esorto a non far mancare il vostro sostegno di soci, nel dovere di continuare a corrispondere quanto dovuto per quote ordinarie e, per chi non l’avesse ancora fatto, per contributo straordinario, affinché non appena tutto questo incubo sarà passato, il nostro amato Circolo possa tornare ad accoglierci tutti, nella sua bellezza.

Un caro saluto a tutti voi.

Vincenzo Semeraro


È opportuno ricordare che nel menù COMUNICAZIONE è presente una pagina Scrivi alla redazione: parliamone dove i Soci, ma non solo, possono rivolgere domande o esprimere pareri e mantenersi in contatto anche tra di loro.
Naturalmente esistono anche le pagine istituzionali del Circolo su Facebook il gruppo Facebook e Instagram e la mail istituzionale della segreteria cnposillipo@cnposillipo.org .

| Area Comunicazione