CAMPUS ESTIVO AL POSILLIPO

IL CIRCOLO NAUTICO POSILLIPO ORGANIZZA PER LA STAGIONE ESTIVA 2019 IL “SUMMER SPORT CAMP”

Per i ragazze e ragazzi dai 6* ai 16 anni. I campus avranno durata settimanale.

  • Doppia opzione oraria
  • dal lunedì al venerdì
    • dalle 9.00 alle 12.30
    • dalle 9.00 alle 16.00

Le settimane di frequenza potranno anche essere più di una.

Il campus prevede la possibilità di praticare attività sportiva multidisciplinare tra le seguenti discipline sportive:

Canoa e Canoa Polo
Canottaggio

Nuoto **
Scherma
Tennis
**
Vela (Optimist, Laser, Windsurf)

Summer Sport Camp 2019 Campus Estivo PosillipoI ragazzi saranno seguiti da istruttori qualificati nelle varie attività

  • Attività motoria di base indirizzata allo sport (es. fondamentali di scherma con fioretto di plastica – uscita in mare con optimist o canoa);
  • Mini sessioni di tattica e regolamento nelle varie discipline;
  • Attività ludico sportiva.

I ragazzi potranno scegliere, al momento dell’iscrizione, di praticare da una a due discipline diverse durante la settimana del Campus con gli orari prescelti.

Sono aperte le iscrizioni.

* solo per alcune discipline
** solo in abbinamento con un altro sport

Per informazioni telefonare al 081 5751282 o scrivere a: cnposillipo@cnposillipo.org

Area Comunicazione

ANDAMENTO DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE POSILLIPINE

14/05/2019 In Casa Sociale, Editoriale, News
Vincenzo Triunfo

Vincenzo Triunfo

A conclusione dell’anno solare 2018 e all’indomani dell’approvazione del bilancio da parte dell’assemblea dei soci mi è sembrato doveroso mettere a conoscenza la casa sociale dell’ottimo andamento che le attività sportive Posillipine hanno registrato nell’anno 2018 e rispetto al 2017.

Oltre al bilancio sportivo, inviato ai soci, è fondamentale evidenziare anche il quadro finanziario delle discipline sportive praticate al Posillipo; in maniera da sottolineare sia l’andamento dello sport nel suo complesso, sia il confronto con l’anno precedente.

Una delle indicazioni fondamentali, che i numeri del bilancio fanno emergere, è che la pallanuoto serie A1 impegna circa il 40% dell’intero budget messo a disposizione per lo svolgimento delle attività sportive nell’anno 2018. Mentre vi è una quasi equa ripartizione del budget destinato alle restanti discipline, compresa la pallanuoto giovanile.

Ma il dato eccezionale e interessante è che Nel 2017 la pallanuoto serie A1 impegnava il 60% del budget ovvero quasi i 2/3 dell’intero budget sportivo. Ovvero il 30% in più rispetto a quest’anno.

Per tanto è evidente un netto trend di riequilibrio delle risorse per le varie discipline, che dovrà essere mantenuto anche negli anni successivi.

Nel raffronto tra gli anni 2017 e 2018 si mette in luce un netto miglioramento della situazione economica, avendo registrato una sensibile diminuzione dei costi totali a fronte di un netto aumento dei ricavi.

In conclusione, sembra evidente come il trend sul quale le attività sportive si sono incanalate dovrebbe portare in poco tempo (al massimo un paio di anni), all’ autosostentamento dello sport attraverso risorse proprie e ricavi commerciali. In linea anche con l’attuale normativa in materia di gestione degli impianti sportivi.

Tale andamento, auspicabile nell’interesse dell’intero sodalizio, non deve, a mio avviso, però far dimenticare che l’ASD Circolo Nautico Posillipo con l’art. 2 del suo statuto evidenzia come l’associazione è creata per promuovere lo sport dilettantistico e che gli associati devono anch’essi provvedere, anche sei n misura ridotta, allo sviluppo dello stesso.

Infine, per coloro interessati a maggiori dettagli, vi rendo noto di aver depositato presso l’ufficio di presidenza e inviata via mail al Consiglio Direttivo, una relazione dettagliata, con un analisi costi ricavi, di tutto il settore sportivo gestito dall’ASD Circolo Nautico Posillipo. Gli interessati possono richiedere al Presidente e al vice presidente amministrativo la documentazione da me inviata a questi ultimi.

Il Vice Presidente sportivo
Ing. Vincenzo Triunfo
vincenzotriunfo@gmail.com

CHIARIMENTI DEL VICEPRESIDENTE TRIUNFO ALL’ARTICOLO DEL MATTINO

20/04/2019 In Casa Sociale, News

Letto l’articolo di stamane sul mattino e letta la lettera di dimissioni del presidente in cui accusa i consiglieri allo sport e il sottoscritto di avere sforato il budget trimestrale, che come nella mia risposta sottolineato è una cosa mai vista e discussa in consiglio, oltre ad essere un’anomalia rispetto all’analisi del budget annuale da rispettare -Noi siamo vincolati su un budget annuale e non giornaliero, mensile o trimestrale-, mi sembra opportuno far mettere in bacheca questa lettera di seguito riportata:

Il Mattino del 20 aprile 2019

Il Mattino del 20 aprile 2019

Mi sembra doveroso chiarire alcuni passaggi dell’articolo del mattino di stamane: il sottoscritto e alcuni membri del consiglio direttivo, all’indomani dell’approvazione del bilancio 2018, in cui emergevano interessanti aspetti positivi relativi all’inversione di tendenza del nostro sodalizio nella riduzione dei costi, quali quelli relativi alle attività sportive e un contestuale aumento dei ricavi da parte di quasi tutte le attività, accompagnati da una indubbia percezione di una rinata effervescenza delle attività sociali, culturali e sportive, che si sono manifestate durante il 2018 e l’inizio del 2019, hanno, purtroppo, constatato che:
La straordinaria gestione dell’evento “acquisto sede”, che da tempo ci mantiene in una sorta di limbo tra il “compro e non compro”, ci pareva, ad oggi, ancora condotto in maniera non chiara. Non si è mai compreso quale fosse il percorso programmato per il reale progetto di acquisto, coadiuvato da un concreto programma finanziario e con quale strategia avremmo dovuto far fronte a tale onere. L’intero gruppo sport del consiglio, a onor del vero non solo i consiglieri sportivi, ha considerato sempre di sottoporre all’assemblea tutte le perplessità sul “modus operandi” intrapreso; e ha richiesto che nascesse quanto prima, in maniera organica e trasparente, un coinvolgimento dell’intera casa sociale nello sviluppo del progetto relativo a tale fondamentale e importantissimo investimento che il Circolo dovrebbe realizzare da qui a pochi mesi e che rappresenterá una delle sfide più importanti da intraprendere nella storia del nostro amato sodalizio.

Ma, soprattutto, abbiamo sempre ritenuto che se in futuro la questione non fosse stata affrontata, da parte della governance del Circolo Posillipo, con il dovuto rispetto e con la dovuta attenzione, il rischio che lo stesso Circolo fosse potuto incorrere in un ulteriore problema finanziario sarebbe stato alquanto elevato.

Questo timore è indubbiamente incrementato dopo aver ascoltato alcuni ragionamenti provenienti da una parte del consiglio e che deliniavano chiare perplessità nel coinvolgere l’assemblea sui grandi temi che dovrebbero traghettarci verso l’acquisto della sede. Ragionamenti che difettavano del vizio di essere stati calati dall’alto, privi di qualsiasi analisi relativa a un serio progetto di accantonamento di risorse finanziarie e di spiegazioni da fornire ai consiglieri su come queste cifre sarebbero state sottratte al budget 2019.
Budget già ridimensionato e necessario al corretto funzionamento di tutta la macchina amministrativa e finanziaria del sodalizio.

In conclusione, non abbiamo mai riscontrato uno sforamento di budget delle sezioni sportive nel trimestre appena concluso; né tanto meno è mai stata discussa la cosa in un consiglio in maniera seria e documentata. In contrapposizione a ciò che leggo in questo articolo, sullo sforamento del budget, posso affermare che il bilancio 2018, approvato pochi giorni fa, ha evidenziato un netto aumento dei ricavi e un indubbia razionalizzazione dei costi proprio nel comparto sportivo del Circolo Posillipo.
Del resto, per chi gestisce società sportive complesse, come quella posillipina, sa bene che le componenti finanziare durante l’arco dell’anno sono estremamente altalenanti e suddividere in analisi trimestrali i costi e ricavi, senza un opportuno fattore correttivo che epuri l’andamento dal vizio di un percorso sinusoidale, rende praticamente inutile qualsiasi analisi frazionata rispetto all’anno solare.

Sono certo che lo stop forzato, dovuto a queste dimissioni, non infliggerá alcuna battuta di arresto al trend positivo in cui ci eravamo incanalati.
Anzi, consentirá all’assemblea dei soci di scegliere serenamente, alle prossime elezioni, tra chi vorrá incamminarsi verso un percorso di monitoraggio reale dei costi e di programmazione e progettazione pluriennale delle grandi sfide da affrontare e chi invece vorrá ancora navigare a vista.

Il vicepresidente sportivo
Asd Circolo Nautico Posillipo
Vincenzo Triunfo

UNIVERSIADE2019 A NAPOLI: CERIMONIA DI PRESENTAZIONE ALL’HOTEL ROYAL CONTINENTAL

18/04/2019 In Casa Sociale, News, Pallanuoto, Scherma

SALONE DEI CONVEGNI GREMITO DI AUTORITÀ E SPORTIVI, DA PATRIZIO OLIVA A MASSIMILIANO ROSOLINO

Presentata la mascotte e la fiaccola delle universiadi al convegno di presentazione e conferenza stampa della Universiade 2019 che si è tenuto presso l’Hotel Royal Continental di Napoli alla presenza del Governatore della Campania Vincenzo De Luca, dell’Assessore allo sport del Comune di Napoli Ciro Borriello, del Presidente del CONI Campania Sergio Roncelli e di tante altre autorità del mondo politico, sportivo e della stampa. Ha presentato la manifestazione il vicepresidente USSI Gianfranco Coppola.

L'olimpionico Massimiliano Rosolino, tra gli ambasciatori dell'Universiade Napoli 2019, con la sirena Partenope mascotte dei giochi presentata oggi in conferenza stampa con i vertici istituzionali, 18 aprile 2019 ANSA / CIRO FUSCO

Presente, tra gli altri, come testimonial dell’evento, il nuotatore Massimiliano Rosolino.

In rappresentanza del Circolo Nautico Posillipo, erano presenti: il Consigliere Gigi Massimo Esposito, il Maestro Aldo Cuomo e gli atleti Paride Saccoia e Christian Heim.

Area Comunicazione

LO SPORT È L’ANIMA DEL NOSTRO SODALIZIO E L’ACQUISTO DELLA SEDE NON NE RIDURRÀ L’ATTIVITÀ

06/04/2019 In Casa Sociale, Editoriale, News

In riferimento a quanto riportato oggi da un quotidiano, in merito alla trattativa che il nostro Circolo Nautico Posillipo sta portando avanti con il Comune di Napoli per l’acquisto della sede sociale, smentiamo categoricamente quanto scritto, poiché nessun socio ha mai e in nessun modo paventato la possibilità di diminuire o limitare l’attività sportiva, anima del quasi centenario sodalizio: di fatto l’acquisto della sede non è una condizione che ne penalizza la vocazione sportiva, ma anzi, è una condizione oggi necessaria proprio per proseguire nelle attività del Circolo stesso.

Allo stato attuale, inoltre, la suddetta trattativa resta in atto con le modalità migliori che saranno stabilite nell’interesse dei soci del Circolo, certi della collaborazione del Comune che non vorrà perdere un’eccellenza napoletana. Siamo orgogliosi della nostra storia sportiva più unica che rara, di cui ci vantiamo da decenni e soprattutto orgogliosi degli ottimi risultati sportivi raggiunti nel 2018 in tutte le discipline, nonché di quelli di cui stiamo godendo nella stagione attuale.
La nostra squadra di pallanuoto di serie A1, citata in un articolo, ci sta regalando un campionato eccezionale consentendoci di poter sperare in una fase finale dei playoff in cui faremo di tutto per poter salire sul podio.

Il Presidente della Camera Roberto Fico in sala Scherma

Il Presidente della Camera Roberto Fico in sala Scherma

Il Posillipo esiste perché esiste lo sport e a conferma di quanto dichiarato, ci onora ricordare il convegno organizzato tre settimane fa, alla presenza anche del presidente della Camera Fico, su come lo sport possa essere un efficace mezzo di prevenzione contro fenomeni quali le baby gang. Convegno in cui il nostro vicepresidente sportivo Vincenzo Triunfo ha pubblicamente ringraziato la casa sociale per l’impegno, anche finanziario, che profonde per l’avviamento allo sport di tanti giovani napoletani. Cosa che è diametralmente opposta alle parole lette nell’articolo riportato oggi dal quotidiano di cui non ci interessa riportare il nome ma solo chiarire la posizione del Circolo Posillipo e il confermare, anche se non ce ne è bisogno, il valore che ha per noi lo sport.

Il Circolo Nautico Posillipo

PALLANUOTO, SCHERMA, NUOTO, CANOTTAGGIO E DUATHLON: IL POSILLIPO VINCE E SOPRATTUTTO CONVINCE

ECCELLENTI RISULTATI IN UN FINE SETTIMANA DA INCORNICIARE DOVE È STATA ESALTATA LA VOCAZIONE POLISPORTIVA DEL POSILLIPO

Roberto Brancaccio

Roberto Brancaccio

Il Circolo Posillipo, in questa settimana di gare, primeggia in ben cinque discipline, conquistando vittorie e medaglie: vincono i pallanuotisti della massima serie guidati da Roberto Brancaccio per 9-5 contro i diretti avversari dell’Ortigia, allontanandoli in classifica e restando saldi al quarto posto; vince anche l’U20 e l’U13 A e B di Mattiello e Truppa, impegnati rispettivamente contro S. Mauro (in casa), RN Salerno (in trasferta) e S. Mauro (in trasferta), vincendo rispettivamente per 20-0, 5-8 e 5-10.

Cambiando disciplina, non cambia la musica: ottimi i piazzamenti per gli atleti Posillipini alla due giorni di gare nelle prova interregionale under 14 di Scherma, svoltasi al PalaIrno di Baronissi.
I piccoli schermidori rossoverdi, sotto la guida di Aldo Cuomo per la spada e Raffaello Caserta per la sciabola, coadiuvati da Francesca Cuomo, Lorenzo Buonfiglio, Irene di Transo e Pietro Pietropaolo, conquistano una serie di successi importanti. Su tutti si conferma ancora una volta la sciabolatrice Carlotta Parisi che vince la gara nella categoria bambine. Ottimi anche i risultati di Giulia Rosiello e Simone Gambardella rispettivamente 2ª e 3° nella spada allievi. Terzo posto anche per Beneddetta Salzano e Arianna Franco nella categoria giovanissime sciabola. Molto bene anche Laura Chiacchio e Claudio Ventrella sesti nella spada bambine e nella sciabola giovanissimi. E ancora, Edoardo Mastellone 5° sciabola Maschietti e Lorenza Del Giudice 8ª sciabola bambine.

canottaggio gruppo circolo posillipo marzo 2019Nel canottaggio si parte con il piede giusto al primo meeting nazionale di Sabaudia; grande emozione per ragazzi del Posillipo che domenica ingaggiano un punta a punta nell’otto contro le Fiamme Gialle cedendo nel finale di gara: un ritorno per il Posillipo nell’otto ragazzi dopo anni di assenza; primeggia il 4 senza ragazzi, conquistando l’oro con Federico Ceccarino, Antonio Russo, Carlo Pisa e Ferdinando Chierchia; due bronzi in doppio ragazzi e quattro con ragazzi e bronzo di Paolo Covino nel singolo junior; nelle categorie allievi e cadetti la squadra dei ragazzi del PosillipoIlva, gareggiando con i colori dell’Ilva Bagnoli, hanno raccolto un importante bottino di medaglie tra cui spicca l’oro del doppio Imperatore/Viceconte.

Gruppo TriathlonSul fronte Triathlon, una bella giornata di sole ha permesso a giovani e giovanissimi di cimentarsi con il Duathlon. vittoria di Maria Luigia Perenze a Villaricca nella seconda gara giovanile di stagione. A podio anche Francesco Capuozzo, Luca Veneruso, Martina Veneruso secondi nelle rispettive categorie, Andrea Scognamiglio e Vincenzo Primavera terzi.

Marco Magliocca con Rosario Castellano

Marco Magliocca con Rosario Castellano

Giovedì scorso, infine, era toccato al nuoto; ad essere protagonista, Marco Magliocca che si laurea Campione italiano assoluto di Gran Fondo, ottima la prestazione di Emanuele Russo che resta uno dei più forti nuotatori italiani sulla distanza dei 1500 metri, entrambi allenati da Rosario Castellano.

Insomma, il Posillipo vince e convince in tutte le discipline, conquistando vittorie e riempiendo il medagliere del quasi centenario sodalizio a riprova della vocazione sportiva, oltre che sociale e culturale, del glorioso Circolo Nautico Posillipo.

Area Comunicazione

L’AMAREZZA DEL VICEPRESIDENTE SPORTIVO PER L’INCIDENTE A DI MARTIRE

04/03/2019 In Editoriale, News, Pallanuoto
Vincenzo Triunfo

Vincenzo Triunfo

Ho una forte convinzione: “L’essenza dello sport agonistico risiede negli insegnamenti che lo stesso offre agli atleti che lo praticano“. Il sacrificio che porta al risultato, la perseveranza a voler raggiungere gli obiettivi che non sono fine a se stessi, la lealtà nei confronti dell’avversario e il rispetto delle regole che si sa “sono uguali per tutti“. Il Posillipo lo sa e lo sanno anche tutti i nostri atleti agonisti, dai 6 ai 99anni! Accettiamo i verdetti e le sconfitte, esaltiamo il merito del risultato conseguito e correggiamo i comportamenti che non sono adeguati, facciamo un “mea culpa” se a volte il sistema fa cilecca e ripartiamo più determinati di prima. Accettiamo le critiche, le sconfitte, i verdetti arbitrali, cercando di capire dove noi abbiamo sbagliato.

Lo facciamo e cerchiamo di farlo sempre con l’obbiettivo di far crescere prima le donne e gli uomini e poi le campionesse e i campioni.
Siamo disposti a vivere le sconfitte per insegnare ai giovani atleti come si vince.
Lo facciamo!
Ma quello che non possiamo fare, tollerare e accettare e vedere i nostri giovani atleti, i nostri figli, massacrati sotto una violenza degna del peggior ring visto solo in “fight club”. Questo non lo possiamo tollerare e soprattutto se ciò accade sotto gli occhi vigili di chi dovrebbe controllare e sanzionare. Nell’interesse dello sport italiano cerchiamo di far crescere quelli che poi saranno i campioni del futuro, che porteranno, come da decenni facciamo, nuove medaglie nel medagliere olimpico.

Quello che è accaduto in vasca, sabato pomeriggio a Savona durante un match di pallanuoto, non lo possiamo accettare; non accettiamo vedere massacrato un nostro atleta diciassettenne che sta crescendo, solo perché un avversario non è preparato tecnicamente e tatticamente a fermarlo e l’unico modo che riesce a mettere in campo è spaccargli il naso con un pugno ben preparato e pensato. Noi alleviamo campioni perché possano dare al Posillipo e all’Italia prestigio, non alleniamo “punchball” per frustrati, dementi, incapaci.

Non accettiamo neanche che un minorenne non sia tutelato al meglio dopo un grave infortunio e rischi un danno maggiore per incompetenza di chi è addetto alla salvaguardia degli atleti durante un incontro. La nostra è una grande famiglia e ogni ragazzo per me è come un figlio e con lo stesso fervore e determinazione ne difendo i suoi diritti e la sua incolumità.
Infine le immagini del video e delle foto riportate dai media, parlano da sole. Giudicate voi, noi sappiamo di essere “player“, lo facciamo da 93 anni, e da player noi ci asteniamo dai giudizi!

Vincenzo Triunfo
Vice presidente sportivo
C.N. Posillipo

BABY GANG E PARANZE: A NAPOLI LO SPORT COME STRUMENTO DI PREVENZIONE E LEGALITÀ

04/03/2019 In Casa Sociale, Editoriale, News

SABATO 9 MARZO 2019 ALLE ORE 10.30

Il Circolo Nautico Posillipo, come sempre, è vicino alle problematiche dei giovani ed è disponibile ad offrire i suoi spazi e le sue competenze, in particolar modo nello sport, come strumento di prevenzione e legalità.

Il convegno avrà come tema il ruolo e l’importanza dello sport nel contrasto del reclutamento di giovani e giovanissimi da parte della camorra, che opera in un contesto di totale vuoto sociale e formativo.
Nel corso dell’incontro ci saranno le testimonianze dell’importanza dello sport e del coinvolgimento dei giovani nella lotta per la legalità di Marco Di Costanzo, Olimpionico del Circolo Posillipo, di Dream Team Scampia, squadra di calcio femminile di Scampia e di Giuseppe Scognamiglio, Presidente cooperativa sociale Giancarlo Siani – Radio Siani.

Baby Gang e ParanzeInterverranno:

  • Roberto Fico – Presidente della Camera dei Deputati
  • Franco Roberti – Assessore alla Sicurezza Regione Campania
  • Antonio De Iesu – Questore di Napoli
  • Gianluca Guida – Direttore Carcere di Nisida
  • Marco Di Costanzo – Canottiere Olimpionico del Circolo Nautico Posillipo
  • Vincenzo Triunfo – Vicepresidente sportivo del Circolo Nautico Posillipo

Saluti:

  • Vincenzo Semeraro – Presidente del Circolo Nautico Posillipo

Modera:

  • Nunzia Marciano – Giornalista

Area Comunicazione