I EDIZIONE DEL PREMIO DI GIORNALISMO, POSILLIPO CULTURA DEL MARE

07/07/2018 In Casa Sociale, News

AL CIRCOLO POSILLIPO UNA SERATA ALL’INSEGNA DELLA VALORIZZAZIONE DEL MARE

Serata meravigliosa quella al Circolo Nautico Posillipo, in occasione ieri della I edizione del Premio di Giornalismo Posillipo, Cultura del mare. Un premio perché riconoscere il valore del lavoro e dell’impegno altrui è doveroso; di giornalismo perché il giornalismo è quell’arte di raccontare attraverso immagini e parole ciò che ai più sfugge; Posillipo, perché qui su una terrazza sul mare, la bellezza è un’idea davvero semplice, parafrasando J. C: Izzo; cultura, perché è la cultura che ci salverà, intesa come cultura del buon vivere, del rispetto reciproco, della valorizzazione di ciò che ci circonda; del Mare, perché il mare è accoglienza, è dialogo, è scambio tra i popoli e perché Napoli non sia solo una città sul mare ma una città di mare.

Il mare di Posillipo, gli spazi del Circolo Nautico che su di esso si affaccia, una terrazza sul mare gremita di personalità e buona musica: sono stati questi gli ingredienti che hanno consentito alla serata di essere in una sola parola perfetta. Tanti i riconoscimenti consegnati e i premi ricevuti nel corso della serata presentata dalla giornalista Nunzia Marciano. Il leitmotiv della serata di premiazioni è stata la valorizzazione del mare: nel corso della serata sono stati assegnati, oltre ai premi per il concorso, anche riconoscimenti a personalità che si sono particolarmente distinte nell’ambito della tutela e, appunto, della valorizzazione della risorsa mare.

Il Premio di giornalismo “Posillipo, Cultura del mare”, organizzato e promosso dal Posillipo, in occasione dei 93 anni di fondazione del sodalizio, nasce per sensibilizzare sul valore inestimabile della risorsa mare sia per Napoli e la Campania, che per il Tirreno meridionale e sul suo ruolo di intermediazione tra i popoli, sinonimo di accoglienza, apertura e soprattutto dialogo. Il mare, la sua bellezza e la capacità di saperlo raccontare. La Giuria del Premio è stata composta da Silvana Lautieri, presidente, Mirella Armiero, Ermanno Corsi, Ernesto Mazzetti, Massimo Milone, Armida Parisi e Carlo Verna.

Il Comitato organizzatore è composto da Vincenzo Semeraro, Filippo Parisio, Filippo Smaldone, Enrico Deuringer, Massimo Falco, Massimo Lo Iacono e Nunzia Marciano. I riconoscimenti con la motivazione “Una targa quale segno di riconoscenza per l’attenzione alla città di Napoli ed in particolare, al mare, profusa attraverso il lavoro svolto per la difesa e la promozione della risorsa mare”, sono stati assegnati alla Regione Campania, nella persona dell’assessore Chiara Marciani; al Comune di Napoli, nella persona del Sindaco Luigi De Magistris, al Museo del Mare di Napoli, nella persona del Presidente Antonio Mussari, alla capitaneria di Porto di Napoli, nella persona dell’Ammiraglio Arturo Faraone, al comitato di volontariato VOLANAPOLI, nella persona del Presidente Paolo Trapanese, Presidente anche del Comitato Regionale Campano della Federazione Italiana Nuoto, al Nucleo GOS – Gruppo operativo sommozzatori e salvamento acquatico, nella persona del Comandante Vincenzo De Vita, al dott. Sergio Brancaccio e all’architetto Maria Caputi.

Ad essere premiati, i giornalisti Vittorio Del Tufo de Il Mattino, Maria Luisa Cocozza, del TG5; Emilio Vitaliano, giornalista. Premi Speciali Giuria al prof. Maurizio Cotrufo e Maria Sirago, docente e scrittrice. Nel corso della serata, sono stati anche consegnati attestati di merito ad alcuni dei partecipanti al Premio: Brunella Bianchi, Antonio Cangiano, Gioacchino Roberto Di Maio, Marcello Gelardini, Marco Petrelli, Bruno Russo e Carlo Zazzera.

Sono stati poi consegnati i premi speciali del Comitato Organizzatore a tre personalità che si sono particolarmente distinte della promozione della risorsa mare di Napoli, ossia Guido Grimaldi, armatore dell’omonima flotta di importanza internazionale, Adele Ammendola, giornalista Rai, napoletana, di Posillipo e Alberto Carotenuto, Rettore dell’Università Parthenope di Napoli. Inoltre sono stati consegnati riconoscimenti da parte del Comitato Organizzatore agli enti e alle personalità coinvolte in maniera positiva e propositiva nella valorizzazione della risorsa mare. Durante le premiazioni, la serata è stata allietata della buona musica, con il Trio Solus Agorà. Tra gli ospiti, il questore Antonio De Iesu, il Rettore dell’Università di Salerno, Aurelio Tommasetti, il Comandante provinciale dei carabinieri di Napoli, Colonello Ubaldo Del Monaco, solo per citarne alcuni.

Motivazioni per i Premiati

Maria Luisa Cocozza – Giornalista Mediaset
Motivazione: Per essere l’autrice di tre servizi incentrati con rigorosa analisi sulla tematica del mare e la sua tutela in ambiti diversi.

Vittorio De Tufo – Giornalista Il Mattino
Motivazione: Per lo scritto “La leggenda degli uomini pesce e la setta dei Figli di Nettuno” pubblicato sul Il Mattino- e che con limpida prosa esprime ricchezza di riferimenti storici e letterari.

Emilio Vitaliano – Giornalista
Motivazione: Per l’articolo di divulgazione scientifica pubblicato sulla rivista BBC scienze, dedicato al problema dell’acidificazione delle acque marine.

Motivazioni per i Premi speciali personalità

Adele Ammendola – Giornalista Tg2
Motivazione: volto storico del TG2, porta in video i caratteri mediterranei che le vengono dai natali napoletani. Posillipina doc, figlia d’arte (il padre Franco è stato tra i più prestigiosi giornalisti della Rai di Napoli) non ha mai tradito le sue origini, pur dividendosi a Roma da anni tra lavoro e famiglia.
Premio Speciale – Posillipo, Cultura del Mare per un giornalismo fatto con l’anima.

Alberto Carotenuto – Rettore Parthenope
Motivazione: Premio Speciale – Posillipo, Cultura del Mare perché ha proiettato l’Università del mare, su fronte della didattica e della ricerca, su scenari internazionali. Dagli accordi per i corsi di formazione con l’Apple ai gemellaggi con l’Università cinese di Ludong, oggi la città di Napoli, con la risorsa mare, intesa come conoscenza, sviluppo, dialogo è capitale del Mediterraneo.

Guido Grimaldi – Armatore
Motivazione: Premio Speciale – Posillipo, Cultura del Mare perché nel solco di una prestigiosa tradizione familiare, guida oggi con intelligenza e successo, insieme al padre Manuel, una delle flotte commerciali e passeggeri più importanti del mondo. Con base operativa, però, sempre a Napoli: la Grimaldi, tra investimenti, risorse, tecnologie, scenari internazionali, non dimentica che alla base di tutto c’è la dimensione umana.

Area Comunicazione

CASA SOCIALE: PREMIO DI GIORNALISMO “POSILLIPO, CULTURA DEL MARE”

04/07/2018 In Casa Sociale, News

VENERDÌ 6 LUGLIO AL CIRCOLO POSILLIPO LA SERATA DI PREMIAZIONE DEL PREMIO DI GIORNALISMO

Si terrà Venerdì 6 Luglio a partire dalle 20.00 al Circolo Posillipo, la serata di Premiazione del Premio di giornalismo “Posillipo, Cultura del mare” I Edizione. Nel corso della serata saranno assegnati, oltre ai premi per il concorso, anche riconoscimenti a personalità che si sono particolarmente distinte nell’ambito della tutela e la valorizzazione della risorsa mare.

Il Premio di giornalismo “Posillipo, Cultura del mare”, organizzato e promosso dal Posillipo, in occasione dei 93 anni di fondazione del sodalizio, nasce per sensibilizzare il valore inestimabile della risorsa mare sia per Napoli e la Campania, che per il Tirreno meridionale e sul suo ruolo di intermediazione tra i popoli, sinonimo di accoglienza, apertura e soprattutto dialogo. Il mare, la sua bellezza e la capacità di saperlo raccontare. La Giuria del Premio è composta da Silvana Lautieri, presidente, Mirella Armiero, Ermanno Corsi, Ernesto Mazzetti, Massimo Milone, Armida Parisi e Carlo Verna. Il Comitato organizzatore è composto da Vincenzo Semeraro, Filippo Parisio, Filippo Smaldone, Enrico Deuringer, Massimo Falco, Massimo Lo Iacono e Nunzia Marciano.

Ad essere premiati saranno i giornalisti Vittorio Del Tufo de Il Mattino, Maria Luisa Cocozza del TG5; Emilio Vitaliano, giornalista. Premi Speciali Giuria al professor Maurizio Cotrufo e Maria Sirago, docente e scrittrice. Nel corso della serata, saranno conferiti anche attestati di merito ad alcuni dei partecipanti al Premio; saranno poi consegnati premi speciali del Comitato Organizzatore a tre personalità che si sono particolarmente distinte della promozione della risorsa mare di Napoli, come Guido Grimaldi, armatore dell’omonima flotta di importanza internazionale, Adele Ammendola, giornalista Rai, napoletana, di Posillipo e Alberto Carotenuto, Rettore dell’Università Parthenope di Napoli. Inoltre saranno consegnati riconoscimenti da parte del Comitato Organizzatore agli enti e alle personalità coinvolte in maniera positiva e propositiva nella valorizzazione della risorsa mare. Tra questi la Regione Campania nella persona del Presidente Vincenzo De Luca; il Comune di Napoli nella persona del Sindaco Luigi De Magistris, il Museo del Mare di Napoli nella persona del Presidente Antonio Mussari, la capitaneria di Porto di Napoli nella persona dell’Ammiraglio Arturo Faraone, l’Autorità portuale nella persona del Presidente Pietro Spirito, il comitato di volontariato VOLANAPOLI nella persona del Presidente Paolo Trapanese, Presidente anche del Comitato Regionale Campano della Federazione Italiana Nuoto, il Nucleo GOS – Gruppo operativo sommozzatori e salvamento acquatico, nella persona del Comandante Vincenzo De Vita, il dott. Sergio Brancaccio e l’architetto Maria Caputi.

Durante le premiazioni, la serata sarà allietata della buona musica, con il Trio Solus Agorà.

Media partner del Premio: Il Mattino, Radio CRC Targato Italia, Radio Siani, I’M Magazine.

Sponsor del Premio: Banca Euromobiliare, Ascione coralli, E. Marinella, LUEMA Srl, MOTUM Città in Movimento, SIOLA, Ottica D’Abundo, Gran Caffè La Caffettiera, Prestige Boutique.

Motivazioni per i Premiati

Maria Luisa Cocozza – Giornalista Mediaset
Motivazione: Per essere l’autrice di tre servizi incentrati con rigorosa analisi sulla tematica del mare e la sua tutela in ambiti diversi.

Vittorio De Tufo – Giornalista Il Mattino
Motivazione: Per lo scritto “La leggenda degli uomini pesce e la setta dei Figli di Nettuno” pubblicato sul Il Mattino- e che con limpida prosa esprime ricchezza di riferimenti storici e letterari.

Emilio Vitaliano – Giornalista
Motivazione: Per l’articolo di divulgazione scientifica pubblicato sulla rivista BBC scienze, dedicato al problema dell’acidificazione delle acque marine.

Motivazioni per i Premi speciali personalità

Adele Ammendola – Giornalista Tg2
Motivazione: volto storico del TG2, porta in video i caratteri mediterranei che le vengono dai natali napoletani. Posillipina doc, figlia d’arte (il padre Franco è stato tra i più prestigiosi giornalisti della Rai di Napoli) non ha mai tradito le sue origini, pur dividendosi a Roma da anni tra lavoro e famiglia.
Premio Speciale – Posillipo, Cultura del Mare per un giornalismo fatto con l’anima.

Alberto Carotenuto – Rettore Parthenope
Motivazione: Premio Speciale – Posillipo, Cultura del Mare perché ha proiettato l’Università del mare, su fronte della didattica e della ricerca, su scenari internazionali. Dagli accordi per i corsi di formazione con l’Apple ai gemellaggi con l’Università cinese di Ludong, oggi la città di Napoli, con la risorsa mare, intesa come conoscenza, sviluppo, dialogo è capitale del Mediterraneo.

Guido Grimaldi – Armatore
Motivazione: Premio Speciale – Posillipo, Cultura del Mare perché nel solco di una prestigiosa tradizione familiare, guida oggi con intelligenza e successo, insieme al padre Manuel, una delle flotte commerciali e passeggeri più importanti del mondo. Con base operativa, però, sempre a Napoli: la Grimaldi, tra investimenti, risorse, tecnologie, scenari internazionali, non dimentica che alla base di tutto c’è la dimensione umana.

Area Comunicazione

CASA SOCIALE: SUCCESSO DEL COMPLESSO VOCALE “LE VOCI ITALIANE”

30/06/2018 In Casa Sociale

SPLENDIDA PERFORMANCE DELL’ ESEMBLE VOCI ITALIANE IN “VIAGGIO A NAPOLI” AL CIRCOLO POSILLIPO

Il gruppo composto per l’occasione da Mascia Carrera e Maura Meneghini (Soprani), Flavia Caniglia (Contralto), Massimo Iannone e Massimiliano Tonsini (Tenori), Massimo Simeoli (Baritono) e Paolo Tagliapietra al pianoforte, ha presentato un repertorio vocale-cameristico di canzoni napoletane dal rinascimento al novecento di autori come Donizetti, Mercadante, Murolo, Rossini, Di Giacomo, Gambardella, Tosti, Di Capua e altri. In chiusura due classici ‘O Sole Mio di Di Capua e nel blu dipinto di blu di Modugno.

L’Esemble vocale, accompagnato da Paolo Tagliapietra al pianoforte, è formato da artisti impegnati nella prestigiosa Accademia Nazionale di Santa Cecilia. Molto coinvolto il numeroso pubblico che ha applaudito con entusiasmo, nel salone gremito, tutte le performance del gruppo. Un ricco buffet sulla terrazza sul mare ha concluso la serata.

alcune foto della serata

 

  • Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo – Regione Campania
  • Associazione Musicale Maggio della Musica
  • Con il patrocinio del Comune di Napoli

Area Comunicazione

CASA SOCIALE: FESTA D’ESTATE

27/06/2018 In Casa Sociale, News

… PERCHÈ LO SPORT È ANCHE DIVERTIMENTO!

Festa_d-Estate_20185 luglio 2018 ore 20,00

Djset: Duccio Bocchetti e Fabio Coscia

Aperitivo, buffet, vino, birra e musica sul mare

Per informazioni e prenotazioni rivolgersi alla portineria del Circolo: 081 5751282

Area Comunicazione

 

 

CASA SOCIALE: CONVIVIO “VITE PARALLELE”

10/05/2018 In Casa Sociale, News

CONVIVIALE SUL TEMA “VITE PARALLELE” – VITA DA AVVOCATO | VITA DA P.M.

Il 18 maggio 2018 si terrà presso il Circolo Posillipo una interessantissima conviviale, organizzata dal Panathlon Club di Napoli, durante la quale Illustri relatori quali Armando D’Alterio, Procuratore della Repubblica di Potenza e Gennaro Lepre, penalista cassazionista, riferiranno le proprie esperienze professionali correlandole agli insegnamenti tratti dall’attività sportiva.

VITE PARALLELE
Vita da Avvocato – Vita da P.M.

Si confronteranno:

  • Armando D’Alterio – Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Potenza
  • Gennaro Lepre – Penalista, patrocinante in Cassazione

Gli Illustri oratori riferiranno le proprie esperienze professionali traendo spunto da concreti momenti della propria attività sintomatici delle difficoltà/opportunità che la stessa offre, nei reciproci rapporti, non mancando di agganciare le proprie esperienze agli insegnamenti tratti dall’attività sportiva, in termini di impegno, lavoro di gruppo, rispetto dell’anatgonista/contraddittore, rispetto delle “regole del gioco”.

Programma della serata

Ore 20.00     Saluti del:

  • Presidente del Panathlon Club Napoli
  • Presidente del Circolo Nautico Posillipo
  • Presentazione – avv. Domenico di Martino

Ore 20.15    Conversazione
Ore 21.00    Dinner in terrazza

L’evento e la cena sono riservati ai Soci del Circolo Nautico Posillipo e del Panathlon Club Napoli e loro ospiti.

Area Comunicazione

CASA SOCIALE: SUCCESSO PER LA CENA TRADIZIONALE DELLA PASQUA BORBONICA

30/03/2018 In Casa Sociale

SALONI GREMITI DI SOCI ED AMICI PER LA CENA DELLA TRADIZIONE PASQUALE BORBONICA AL CIRCOLO POSILLIPO

“Pochi conoscono l’influenza che i Borbone e la Santa Pasqua hanno avuto nella ideazione di uno dei prodotti gastronomici più apprezzati, la zuppa di cozze. Il piatto nasce a Napoli per volontà di Ferdinando I, conosciuto in Sicilia con il nome di Ferdinando III e legato alla realizzazione del parco della Favorita di Palermo e della reggia di Ficuzza, tra le altre cose.
La zuppa di cozze viene tradizionalmente portata in tavola il Giovedì Santo e la sua preparazione ha origini antiche, risalenti al periodo di Ferdinando di Borbone re delle due Sicilie. Ricetta semplice ma ricca di gusto si prepara con pochi ingredienti, facilmente reperibili in tutte le cucine, ma alla base è necessario utilizzare delle cozze e del polpo ed a seconda delle versioni anche i maruzzielli, ovvero le lumache di mare.
Per capire quanto il piatto sia radicato nella tradizione partenopea, basta pensare che la maggior parte delle pescherie il Giovedì Santo venda un vero e proprio kit, completo di friselle, immancabili nella presentazione della zuppa di cozze, per la preparazione della stessa. La zuppa, pur essendo un piatto pasquale è servito tutto l’anno nei ristoranti del centro storico, ed alcuni sono famosi proprio per la preparazione di questo piatto, nella zona tra Porta Capuana e Porta Nolana, a ridosso della Stazione Centrale. Questa zuppa viene consumata a Napoli, tradizionalmente, in alternativa alla zuppa di lumache, quale pranzo del Giovedì santo, prima di dedicarsi al sacramentale struscio.
Una tradizione che viene da lontano e precisamente dal tempo di Ferdinando I di Borbone; questo monarca era golosissimo di pesce e di frutti di mare e segnatamente delle cozze che lui stesso pescava nelle acque sotto Posillipo e spesso soleva farsele approntare in maniera piuttosto sontuosa con una ricetta di sua invenzione (cozzeche dint’â connola)”.
Questi volle però accettare l’ammonimento del frate domenicano Gregorio Maria Rocco, che si prodigava a Napoli e provincia in opere di assistenza e di apostolato, che gli consigliava di non eccedere con peccati di gola, almeno durante la Settimana Santa e il monarca, furbescamente, per non rinunciare alle sue cozze tanto gradite ordinò ai cuochi di ammannirgli, il Giovedì santo, prima di recarsi a via Toledo per lo struscio di rito, i mitili con una preparazione meno sontuosa e si fece servire in tavola la zuppa di cozze con pomidoro e salsa forte di peperoni.
La notizia uscì dalle cucine di palazzo e si diffuse per la città e da quel giorno non vi fu più, dapprima fra la borghesia e poi tra tutto il popolo, chi seguendo l’esempio del Re si facesse mancare quella gustosa zuppa. Successivamente il popolo basso sostituì le costose cozze con le più economiche lumache e si accontentò d’ una zuppa di lumache (ciammarruche), preparata con il medesimo sugo di quella di cozze”

E su questa tradizione i nostri dirigenti alla Casa Giancarlo Coppola Rispoli e Gianluca De Crescenzo hanno voluto organizzare la riuscitissima cena del giovedì Santo nella tradizione borbonica nei saloni del Circolo Posillipo.

Oltre 150 i Soci e loro ospiti, tra i quali anche il Presidente Regionale del CONI Sergio Roncelli,  hanno quindi gustato il tradizionale menù borbonico egregiamente preparato dal nostro ristoratore “Gran Caffè La Caffettiera” a base di zuppa di cozze, polpo verace, gamberoni, seppie e crostini.

Qui di seguito alcune foto dei tavoli:

Area Comunicazione

CASA SOCIALE: FESTA DI PRIMAVERA

27/03/2018 In Casa Sociale

SUCCESSO DEL PARTY ORGANIZZATO DAI DIRIGENTI ALLA CASA

Sabato 24 marzo 2018 i dirigenti alla casa Giancarlo Coppola Rispoli e Gianluca De Crescenzo hanno voluto salutare l’arrivo della Primavera con un party insieme a tantissimi amici Soci ed a tanti loro ospiti.

Come è ormai consolidata abitudine al Circolo Posillipo in tutti gli eventi si fa anche beneficenza.
L’evento, infatti, è stato organizzato in sostegno dell’ AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie-Linfomi e Mieloma) da sempre impegnata nella ricerca sui tumori ematologici e per il miglioramento della qualità della vita di chi è affetto da tumori del sangue, presente con la responsabile Barbara Bonaiuto e del Ristoro di Sant Egidio che da anni pone una particolare attenzione alle periferie e ai periferici, raccoglie uomini e donne di ogni età e condizione, uniti da un legame di fraternità nell’ascolto del Vangelo e nell’impegno volontario e gratuito per i poveri e per la pace, presente con la coordinatrice la Cara Cipriano.

Applaudita la cantante SHARON CAROCCIA che ha intrattenuto gli ospiti durante la cena con il brano “Nessuno mi può giudicare”, nota canzone di Caterina Caselli presentata a Sanremo Giovani. La serata è proseguita sulle note dei dj Nika del Barone che si è alternato alla console col dirigente Giancarlo Coppola Rispoli.

Tanti gli ospiti presenti, tra i quali: Giulio Ferlaino, il radiologo Tommy Ricozzi, Simona de Crescenzo, Imma Corrado, Pasquale Limatola, Nani Nicastro, Gilda Pezzullo, Dario Coppola, Gigi Linares, Daniela Turrà con il marito Dario Giordano, Domitilla Pisano, Paolo del Monte, Maurizio Marassi, la pittrice Demet Kiziltas, Andrea Mazio, Roberto Turrà, Vicky Parker, Flavio de Ecclesiis, l’imprenditore Michele Moselli con la moglie Pina Sodano, Fabrizio di Pinto, Giampiero Gatti, dott. Ossani con la moglie, Paola Florenzano, Federico Gambardella, Fabrizia Brancaccio, Paola Giuliano, Flora d’Avino, Rino Fiorillo, Genny Perna, Giorgio Donadio, Marco Russo, Massimo Angrisano, Pippo Russo, Marzio Mazio.

La serata si e conclusa a notte tarda con tanta allegria e buona musica.

Servizio fotografico di Andrea Mattia

Area Comunicazione

PASQUA: CENA DI GIOVEDÌ SANTO

22/03/2018 In Casa Sociale

Tradizione Pasquale Borbonica

29 marzo 2018 – Giovedi Santo – Ore 20:30

Menù

  • Zuppa di cozze
  • Polpo verace
  • Gamberoni
  • Seppie e crostini
  • Bevande
    • Vino bianco, rosso e/o Birra
    • Acqua

Dopo cena:
Mixing 🎵 🎧 🎶 con Dj Giancarlo Coppola Rispoli

#PosillipoSmile 🙂 ilSorrisoVincente

Area Comunicazione

FESTA DI PRIMAVERA

01/03/2018 In Casa Sociale

ORGANIZZATA DAL CIRCOLO NAUTICO POSILLIPO IL 24 MARZO 2018

FESTA di PRIMAVERA

con la partecipazione delle Spring Girls

  • Chiara Mantovani
  • Manuela Petillo
  • Gilda Pezzullo

Programma:

  • ore 20:30 Cena
  • ore 23.30 Dance dopocena con Dj mixing con Nika del Barone e Giancarlo Coppola Rispoli

Per i Soci Young under 60

L’evento è organizzato in sostegno dell’ AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie-Linfomi e Mieloma) da sempre impegnata nella ricerca sui tumori ematologici e per il miglioramento della qualità della vita di chi è affetto da tumori del sangue, e del Ristoro di Sant Egidio che da anni pone una particolare attenzione alle periferie e ai periferici, raccoglie uomini e donne di ogni età e condizione, uniti da un legame di fraternità nell’ascolto del Vangelo e nell’impegno volontario e gratuito per i poveri e per la pace.

Fino al 14 marzo i Soci avranno diritto di prelazione
Per altre informazioni telefonare ai Dirigenti Giancarlo Coppola Rispoli 342 666 7818 o Gianluca De Crescenzo 335 7223444

Menù - Festa di Primavera

Menù – Festa di Primavera

#Posilliposmile 🙂 il sorriso vincente

Area Comunicazione

SOLIDARIETÀ AL POSILLIPO, UN ANGELO TRA LE STELLE

10/02/2018 In Casa Sociale, News

RACCOLTI 12MILA EURO PER LA «CASA DEI MESTIERI»

Gusto, solidarietà e inclusione sociale. L’obiettivo (raggiunto) era quello di raccogliere fondi e donare un forno a legna e un bancone professionale da bar per i ragazzi della Casa dei Mestieri. Il tutto grazie alla cena di solidarietà che ha visto chef stellati e imprenditori insieme per la quarta edizione di «Un angelo tra le stelle» al Circolo Posillipo, location che ha ospitato e contribuito alla realizzazione della serata. Raccolti, infatti, circa 12mila euro al termine dell’evento.

I giovani, affetti da disabilità cognitive, potranno imparare un mestiere e approcciarsi al mondo del lavoro nella struttura dei padri Dehoniani di Marechiaro. A promuovere l’iniziativa l’associazione Progetto Abbracci Onlus fondata da Claudio e Giovanna Zanfagna in collaborazione con l’associazione “Si può dare di più Onlus”.

A preparare la cena sono stati chef stellati della Campania, maestri pasticcieri e imprenditori che da anni sostengono le attività di Progetto Abbracci: Enzo Piccirillo, Peppe Aversa, Michele Deleo, Danilo Vuolo, Alberto Annarumma, Mario Di Costanzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DA IL MATTINO.IT del 10 febbraio 2018

Area Comunicazione