PALLANUOTO: AVVIO COL BOTTO PER IL POSILLIPO, 16-7 CONTRO FLORENTIA

07/11/2020 In News, Pallanuoto

Avvio col botto per il CN Posillipo che in una Scandone a porte blindate causa Covid19, ospita e soprattutto travolge i toscani della RN Florentia che incassano il 16-7 da leggere sul tabellone alla fine dei quattro tempi regolamentari della partita di massima serie di pallanuoto.

A dare la carica e a decretare la vittoria per i padroni di casa, sono di certo i primi due tempi, prima della pausa lunga, in cui il Posillipo concede agli avversari un solo gol in due tempi (il primo per la precisione) e bisognerà aspettare il rientro in vasca del terzo tempo per il raddoppio avversario, doppietta di Astarita.

La goleada rosseverde la apre capitan Saccoia che poi lascia palla e tiri ai compagni tutti, Di Martire in testa, che offrono lo spettacolo – in diretta Waterpolo Channel – di una squadra compatta e soprattutto motivata, a partire dall’estrema difesa, con un bravo Roberto Spinelli, passando per Parrella, Iodice e Lanfranco, il senatore Fabio Baraldi e i tiri davanti al portiere avversario che nulla può nel terzo tempo da solo contro il tiro unico dai cinque metri di Di Martire, ancora lui che doppia anche il rigore.

Peccato che al rientro sui tempi finali, il Posillipo conceda campo, tiri e qualche gol ai suoi ospiti che alla fine del tempo regolamentare riusciranno a mettere a segno ben cinque gol, senza naturalmente pregiudicare il risultato finale.

6-1/6-0/2-2/2-4 i parziali del ritorno in vasca della prima partita di ripresa del campionato a 13 squadre e 4 gironi. Insomma, l’avvio per il Posillipo è entusiasmante. Per l’allenatore del Posillipo Roberto Brancaccio è una gran bella serata: “Dopo un mese che non giocavamo e nemmeno in allenamento abbiamo potuto giocare come avremmo desiderato, l’approccio alla gara mi ha fatto davvero piacere e sono contento di come i ragazzi hanno affrontato la partita. Brava, comunque, la Florentia a non farsi spaventare dal divario dei primi due tempi. Poi”, continua l’allenatore, “ci può stare un calo di attenzione negli ultimi due tempi, proprio per lo stop così lungo ma è chiaro che è qualcosa che non deve accadere in futuro”.

Posillipo: Lamoglia, Iodice 1, Di Martire M. 3, Picca, Napolitano, Telese, Parrella 2, Lanfranco J. 1, Di Martire G. 3, Bertoli 2, Baraldi 2, Saccoia 1, Spinelli. All. Brancaccio

Florentia: Cicali, Chemeri, Carnesecchi, Benvenuti, Sordini, Paggini, Turchini, Dani, Taverna 1, Partescano, Astarita 4, Di Fulvio 2, Sammarco. All. Minetti

Arbitri: Calabrò e Pascucci.
Superiorità numeriche: Posillipo 6/12 + 2 rigori realizzati, Florentia 3/7.

Foto Nunzio Russo

| Area Comunicazione

PALLANUOTO: TORNA IL CAMPIONATO DI SERIE A, IL POSILLIPO OSPITA LA FLORENTIA

06/11/2020 In Pallanuoto

Si ritorna in vasca per la ripresa della campionato di massima serie di pallanuoto.

Domani il CN Posillipo ospiterà alla Scandone la RN Florentia con fischio di inizio alle ore 18.00. Una gara interessante, a porte rigorosamente chiuse ma il cui significato valica quello agonistico: è un ritorno allo sport giocato quello di domani, in tempi di Covid19 e rappresenta senza dubbio quella voglia di ritorno alla normalità.

In questi mesi al Circolo abbiamo cercato, rispettando tutte le ordinanze e i DPCM, di continuare a far praticare sport ai nostri ragazzi, a tutti i livelli”, spiega il presidente del sodalizio Vincenzo Semeraro, “e vedere i nostri atleti agonisti di nuovo in vasca in una competizione nazionale ci riempie di gioia e speranza”.
A far eco a Semeraro, il vicepresidente sportivo Antonio Ilario: “È bello vedere la squadra entusiasta e con la voglia di riprendere a giocare, dopo essersi allenata senza sosta. D’altro canto, abbiamo affrontato le sfide del Covid19 con lo stesso spirito con cui si affrontano le gare a cui siamo abituati e cioè con coraggio e perseveranza, rispettando le regole ma con la voglia sempre di vincere”.

Per la presentazione tecnica della gara interviene l’allenatore del CN Posillipo Roberto Brancaccio: “È stato un periodo certamente complicato, durante il quale abbiamo voluto preservare prima di tutto la salute dei ragazzi e di tutto lo staff. A causa della positività di un nostro atleta al ritorno dalla Coppa Italia abbiamo sviluppato precauzioni massime, con sedute distanziate e senza contatto, evitando allenamenti in palestra. Ciò ci ha permesso di mantenere l’attività nonostante altri due casi (di lieve intensità e totalmente asintomatici) siano scaturiti da una seduta di controllo“.
Il lavoro è stato stimolato continuamente, con esercizi propedeutici ad evitare qualsiasi forma di contatto ma a mantenere l’intensità giusta. Tutto ciò sino ai tamponi di controllo effettuati ieri pomeriggio, che ci permetteranno di tornare a giocare una partita ufficiale a più di un mese di distanza”. “C’è la voglia giusta di metterci all’opera, con l’entusiasmo dei tanti giovani che domani ritroveranno spazio in formazione”.

La partita verrà trasmessa in diretta su Waterpolo Channel.

| Area Comunicazione

PALLANUOTO: COPPA ITALIA, SI QUALIFICA IL POSILLIPO

20/09/2020 In Pallanuoto

Si qualifica il Posillipo che accede alla fase successiva!

Nella terza e ultima delle tre gare complessive per le qualificazioni di Coppa Italia alla Scandone, seconda per i rossoverdi, i ragazzi di Roberto Brancaccio vincono per 12-10 sui cugini della Rari Nantes Salerno, che ha visto il debutto per una manciata di minuti sul finale del figlio d’arte Tommaso Silipo. Una gara tranquilla che impenna il ritmo sul finale, come ben dimostrato dal risultato, figlio di un gioco serrato negli ultimissimi minuti.

Segna per primo il Posillipo, ma i primi due tempi si chiudono in totale parità: 3-3/2-2/; il terzo dimostra la superiorità dei padroni di casa che chiudono col largo vantaggio di 5-1. Il quarto e ultimo tempo è quello davvero all’ultimo gol, con un risultato di 2-4.
Dalla metà del terzo tempo la gara pare farsi in discesa per i padroni di casa che difendono benissimo con un più che bravo Spinelli e con la stessa dimestichezza, altrettanto bene attaccano. Sbaglia poco la squadra di Brancaccio fino ad allora e il risultato si legge sul tabellone, ma le ingenuità commesse nell’ultimo quarto, con gli ennesimi rigori per il Salerno, portano la squadra ospite ad accorciare una distanza ben conquistata dai rossoverdi.

Gli ultimi tre minuti e mezzo sono i più tesi per ambo gli schieramenti, divisi da un +4 del Posillipo, che il Salerno accorcia a +3 grazie al rigore centrato quando alla fine del tempo regolamentare di minuti ne mancano poco più di 2 e mezzo. 12-10 ad un solo minuto e mezzo dalla fine in una gara qualificazione ad alto rischio per il Posillipo, reo di un calo di concentrazione che fortunatamente non ne pregiudica la vittoria.

Per Brancaccio: “Break decisivo nel terzo tempo, ben interpretato dai ragazzi nonostante un’iniziale cattiva gestione dell’uomo in più nei primi due tempi”.

Girone C (Napoli) CN Posillipo – RN Nuoto Salerno 12-10
CN Posillipo: Lamoglia, Iodice, M. Di Martire, Picca, Mattiello, Telese, J. Parrella, J. Lanfranco, Silipo, Bertoli, Baraldi, Saccoia, Spinelli. All. Brancaccio
RN Salerno: Santini, M. Luongo, Esposito, Sanges, Scotti Galletta, Gallozzi, Tomasic, Cuccovillo, Elez, Parrilli, Fortunato, Pica, Taurisano. All. Citro.
Arbitri: Gomez e Alfi.
Note: parziali 3-3, 2-2, 5-1, 2-4. Usciti per limite di falli Tomasic (S) nel secondo tempo e Parrella (P) nel quarto tempo.

Foto di Nunzio Russo

| Area Comunicazione

PALLANUOTO: COPPA ITALIA, VINCE L’ORTIGIA MA BUONA PRESTAZIONE DEL POSILLIPO

19/09/2020 In News, Pallanuoto

10-7 PER L’ORTIGIA LA PRIMA SFIDA DI COPPA ITALIA ALLA SCANDONE

La prima delle tre sfide per le qualificazioni di Coppa Italia termina 10-7 con l’Ortigia che vince sui padroni di casa del Posillipo, che dalla loro conquistano il primo dei quattro tempi per 3 gol a 1.

Tutti in vasca alle ore 19.00, senza pubblico ovviamente, e con le dovute precauzioni da Covid19, tra mascherine e distanze. Ma in acqua è un’altra storia con le due compagini che se la giocano ad armi da definire pari, con i parziali che narrano di una solita Ortigia e di un piuttosto agguerrito Posillipo, così come si preannunciava alla vigilia della due giorni: 1-3/5-2/3-1/1-1, dove a decretare la vittoria siciliana sul tabellone è stato il terzo dei quattro tempi regolamentari.

Ad aprire la danza di reti è però un convincente Posillipo, ad un minuto dal fischio di inizio, e nello stesso prima tempo arriva anche l’unico rigore della gaa, a favore dell’Ortigia. Nel Posillipo, da segnalare i due esordi in prima squadra di Agostino Somma (classe 2004) e Lorenzo Telese (classe 2002), entrambi con buone prestazioni. Tre le espulsioni definitive da tabellino, per somma di falli tra le fila siciliane.

Per i rossoverdi, comunque, nulla da recriminare come sottolinea l’allenatore Roberto Brancaccio: “È stata una buona partita, i primi due tempi sono stati giocati molto bene. Nel terzo siamo calati un po’ ma sapevamo che poteva accadere. È chiaro che potevamo gestire meglio alcune situazioni ma nel complesso è stata una buona gara. Dal canto avversario, è venuta fuori la loro qualità natatoria, soprattutto negli due ultimi tempi”.

La corsa alla qualificazione per il Posillipo riprenderà domani, alle ore 18.30 contro i cugini della RN SALERNO.

| Area Comunicazione

PALLANUOTO: COPPA ITALIA, SABATO E DOMENICA ALLA SCANDONE LA DOPPIA SFIDA PER IL POSILLIPO

18/09/2020 In News, Pallanuoto

PRIMA SFIDA UFFICIALE PER LA SQUADRA DI A1

La squadra di pallanuoto del Circolo Nautico Posillipo sarà impegnata sabato e domenica alla Scandone di Napoli nella doppia sfida per le qualificazioni di Coppa Italia. I rossoverdi affronteranno alle ore 19.00 di sabato 19 settembre, gli avversari siciliani dell’Ortigia, mentre domenica 20 alle ore 18.30 la sfida sarà contro i cugini della RN Salerno.

Quella del prossimo weekend non è la prima uscita del Posillipo, ancora agli ordini dell’allenatore Roberto Brancaccio: martedì scorso, infatti, i ragazzi si sono aggiudicati il Trofeo Scotti-Galletta, buon auspicio per la nuova stagione che prenderà il via col campionato di Seria A il prossimo 3 ottobre.

Il Posillipo arriva alle sfide di Coppa Italia con una compagine orfana di Tommi Negri (dopo 14 anni in calottina rossoverde) e di Luca Marziali ma con gli importanti innesti di Fabio Baraldi e Zeno Bertoli, di fatto nati tra le fila del Posillipo e tornati a casa in questa stagione oltre al portiere Andrea Lamoglia.

Una squadra più matura, in termini di età media innalzata, che ne guadagna sicuramente in esperienza grazie ai numerosi senatori e al gioco già collaudato anche dei più giovani, tra cui Roberto Spinelli, oramai al terzo anno atleta del Posillipo e con grandi potenzialità, supportate all’occorrenza dal nuovo acquisto.

Il Posillipo scenderà in acqua con alle spalle due mesi circa di allenamenti che hanno dato a Brancaccio la possibilità di collaudare il gruppo, pronto all’importante test che lo aspetta domani: “È la prima partita ufficiale dell’anno“, ha detto Brancaccio, “e ce la giochiamo contro l’Ortigia, una squadra già rodata e forte di importanti innesti di qualità. Sarà un test notevole e subito importate per capire a che punto siamo noi. Sappiamo che ci giochiamo la qualificazione col Salerno, data la posizione dell’Ortigia e ci impegneremo per portare a casa questo primo risultato“.

| Area Comunicazione

CIRCOLO POSILLIPO VERSO LA RIAPERTURA

DA IL MATTINO DEL 22/05/2020 – Circoli, rebus spogliatoi ma da lunedì si parte – di Gianlica Agata – Circoli napoletani avanti piano.

La prossima settimana sarà decisiva. Riaprono praticamente tutti. Il problema per molti è lo spazio fisico e c’è anche chi è costretto a fare scelte estreme come la prenotazione dell’ingresso. Come dire presenza a turnazione.

Il CIRCOLO POSILLIPO aprirà lunedì 25 maggio. «Rispetteremo tutte le disposizioni previste dai decreti regionali», fa sapere il presidente Vincenzo Semeraro. Spogliatoi chiusi, palestre chiuse, piscina aperta ai soci «considerando il distanziamento fisico ed un numero limitato di persone in acqua».

Jogging sul pontile permesso con le dovute distanze. Funziona il porticciolo. Da lunedì dovrebbe essere operativo anche il bar estivo. Ancora chiuso il ristorante.

Già in settimana avevano iniziato gli allenamenti distanziati le sezioni “d’acqua” Canoa, Vela, Pallanuoto e Canottaggio. Da lunedì riprende anche la Scherma, il Tennis e il Triathlon, anche se con attività fisiche ridotte e senza palestre. Ancora un passo verso la ripresa.

Il Mattino 22-5-2020| Area Comunicazione

FOGLIO, DICHIARAZIONE D’AMORE PER NAPOLI E PER IL POSILLIPO

02/05/2020 In News, Pallanuoto

DA ILMATTINO.IT DI DIEGO SCARPITTI

Seduto su uno scoglio, incantato dalla grande bellezza. All’orizzonte si staglia imperioso il Vesuvio e il mare bagna Napoli. Indossa la calottina numero 4 e il costume rossoverde. È una dichiarazione d’amore quella di Gianluigi Foglio, un sognatore che non ha mai mollato, al Posillipo. La foto profilo Facebook sintetizza il rapporto speciale tra il difensore classe 1995 e il sodalizio che il 15 luglio compirà 95 anni di storia.

Passato, presente, futuro. «Ne approfitto in questo periodo di pausa forzata, per focalizzare le mie energie sulla tesi e completare il percorso di laurea», ammette il pallanuotista iscritto alla triennale in Scienze motorie. «Attendo la sessione estiva, per tagliare il traguardo e ho intenzione di continuare con la magistrale».

Principio di precauzione. «Mi manca tanto giocare a pallanuoto, più degli altri. È molto che non indosso la calottina. Lo stop della quarantena mi aiuta a recuperare meglio. Più tempo passa e più desidero tornare in vasca», ammette Foglio, in astinenza da cloro.

Difesa blindata ed equilibrio tattico. «Il legame con il Posillipo c’era, c’è, ci sarà: spero più a lungo possibile. Ho trascorso anni bellissimi a Napoli. Sono in continuo contatto con i ragazzi. Non mi sento mai troppo distante, nonostante la pandemia da Covid-19», osserva il biondo Gianluigi.

Dilemma A1. «Vedo remota la possibilità di ripresa di questo campionato anche nel periodo estivo, meglio concentrare l’attenzione sulla prossima stagione», afferma il giocatore pugliese, che sottolinea l’«ottimo rapporto con la società posillipina: mi è sempre stata vicina anche in questi anni difficili».

Il tempo non scalfisce il ricordo della vittoria continentale nel 2015. «Ci sono buoni propositi, spero di riprendere a giocare e ripartire insieme al Posillipo, con il quale ho trascorso anni bellissimi, coronati dalla vittoria importante dell’Euro Cup cinque anni fa».

Super derby. «Un ricordo indelebile. È stato stupendo vedere la Scandone gremita all’inverosimile, che difficilmente si presenta così durante la regular season. Un ricordo fantastico che spero si possa ripetere», dichiara orgoglioso Foglio, già campione mondiale a Perth nel 2012. «Euro Cup unico trofeo che mancava nella gloriosa storia del Posillipo. Sono onorato di averlo vinto ed aver contribuito a metterlo nella già nutrita bacheca rossoverde: un sogno che si è realizzato».

Psicologia positiva. «Esempio nitido di quanto la voglia e l’unione di un gruppo possa portare al raggiungimento di un obiettivo. Un desiderio coltivato ed espresso nella fortissima volontà del collettivo, costruito con la motivazione del singolo giocatore».

Gianluigi Foglio

Gianluigi Foglio

Condivideva la casa con Vincenzo Dolce, divenuto campione del mondo a Gwangju nell’estate del 2019, insieme a Vincenzo Renzuto Iodice. Terzetto che alzò al cielo di Fuorigrotta il trofeo europeo grazie alle parate di Tommaso Negri. I quattro atleti rossoverdi si resero protagonisti al San Paolo alla vigilia di Italia-Armenia.
«Avemmo la possibilità di incontrare Lorenzo Insigne. Fu una bella esperienza. Intesa automatica tra il Napoli e il Posillipo. È giusto che ci sia connessione tra sport diversi, che mette in risalto gli sportivi della città. Lorenzo Insigne si mostrò molto disponibile nei nostri confronti, contento di ricevere la nostra calottina. Si trattò di un confronto simpatico e formativo: scattò subito stima reciproca tra vere eccellenze. Spero che in futuro possa irrobustirsi la sinergia tra i due club e possa nascere qualche altra iniziativa», auspica Foglio.

Partenope. «Napoli mi manca molto, pur essendo di Giovinazzo, un bel paesino sul mare. Napoli è la mia seconda casa, dove mi sono trovato sempre bene. Otto stagioni in rossoverde, rapporti importanti stretti negli anni. Città bellissima, amo il Meridione. Napoli rispecchia molti valori che riscontro nella vita quotidiana, nonostante i soliti stereotipi che affibbiano».

Strizza l’occhio. «Conto di tornare presto a trovare i miei compagni di squadra, appena sarà possibile. Vorrei ricambiare l’affetto che hanno sempre mostrato medici, tecnici e staff nei miei confronti. Speriamo bene per la prossima stagione e in un futuro a tinte rossoverdi».

Amore e psiche, cuore e ragione

| Area Comunicazione

PALLANUOTO: NIENTE DA FARE PER IL POSILLIPO, FINISCE 11-13 CONTRO LA AS ROMA

NOI ABBIAMO GIOCATO A SINGHIOZZO, BRAVI GLI OSPITI CHE CI HANNO CREDUTO

Che peccato! Un Posillipo sprecone sui due rigori assegnati e incostante nel corso dei quattro tempi, cede i tre punti ad una caparbia Roma, nella 14esima giornata del Campionato di pallanuoto maschile di massima serie, davanti ai 450 della Piscina Scandone, con un tabellone che alla fine dei regolamentari segna un amaro 11-13.

Nel primo minuto di gioco è Luca Marziali a tirare il rigore parato da Francesco De Michelis; nel secondo tempo il portiere avversario nega il rigore a capitan Paride Saccoia. Dei due penalty assegnati agli ospiti, Tommy Negri ne para uno solo.

Da segnalare la cinquina di Giuliano Mattiello ma ciò nonostante i rossoverdi non riescono a tenere la gara con la giusta costanza, costanza che sarebbe stata determinante in una partita che si doveva vincere, senza se e senza ma: 1-3/4-3/3-4/3-3 i parziali che raccontano di una partita sostanzialmente in equilibrio dove sono stati i singoli episodi e le leggerezze di troppo del Posillipo a determinare il risultato, in una gara ad alta tensione che ha visto espulsioni ambo parte. Fuori anche i 2/3 del team di panchina degli ospiti, mentre tra i giocatori hanno abbandonato anzitempo la vasca Massimo Di Martire e Paride Saccoia per il Posillipo; l’ex rossoverde Paskovic, Michele De Robertis e Claudio Innocenzi per la Roma.

Lapidario il commento dell’allenatore del Posillipo Roberto Brancaccio: “Bravi loro, gli ospiti, che ci hanno creduto. Noi, invece, ci siamo accesi a sprazzi e ogni volta che entravamo in partita non eravamo bravi a restarci. Non c’è tanto da commentare se non che abbiamo giocato a singhiozzo”.

Foto di Nunzio Russo

Area Comunicazione

PALLANUOTO: SERIE A1 – CN POSILLIPO vs ROMA NUOTO

DOMANI, SABATO 15 FEBBRAIO 2020 ALLE 17:00 ALLA PISCINA SCANDONE

Quattordicesima di campionato per il Posillipo che domani alle ore 17.00 alla Piscina Scandone di Fuorigrotta ospita la A.S. Roma Nuoto per la gara di regular season di pallanuoto maschile di A1.

I rossoverdi ritornano di nuovo nella vasca di casa dopo aver affrontato, sempre alla Scandone sabato scorso, l’Ortigia. Nonostante la sconfitta, l’allenatore Roberto Brancaccio prende il buono della scorsa gara, pur conoscendo le difficoltà della sfida di domani: “Siamo consapevoli dell’importanza del match e sono certo che i ragazzi ripartiranno da domani con il giusto piglio, consci di aver affrontato una prima parte della stagione che servirà certamente da esperienza per il futuro. Affrontiamo un’avversaria dalle buone qualità, con diversi giovani in formazione. In queste sfide è sempre fondamentale approcciare l’incontro nel modo giusto”.

Tra le fila avversarie il Posillipo ritrova l’ex Vjekoslav Paskovic.

Piscina Scandone – ore 17.00 – Ingresso Gratuito.

Live Streaming on Videoplay

Area Comunicazione

PALLANUOTO: SCONFITTA CASALINGA PER IL POSILLIPO, FINISCE 6-10 CONTRO L’ORTIGIA

BRANCACCIO: “LA DIFFERENZA L’HA FATTA TEMPESTI E ABBIAMO PAGATO QUALCHE INGENUITÀ”

Ci prova il Posillipo, nella gara del giro di boa del campionato maschile di pallanuoto, i rossoverdi ospitano il CC Ortigia, in una partita quattro tempi giocata davanti ai 350 spettatori della Piscina Scandone: 2-2, 1-3, 2-3, 1-2, i parziali della gara finita 6-10 per gli ospiti.

Out per somma di espulsioni i posillipini Silvestri e Scalzone, rigori ambo parte messi a segno da Gallo per l’Ortigia e Marziali per il Posillipo. Ben tre gli ex del Circolo Posillipo tra le fila biancoverdi: Gallo, Caruso e Rossi.

Negri nega più di una volta il gol all’Ortigia ma non può nulla su quelli incassati che compongono la doppia cifra finale: “La seconda parte della preparazione ha portato i suoi risultati”, il commento a caldo dell’allenatore Roberto Brancaccio, “La differenza l’ha fatta Tempesti, e abbiamo pagato qualche ingenuità. La giovane età deve però fare di più: finora sono stati trascinati e spinti dai soliti senatori ma adesso possono fare la loro parte. Dobbiamo migliorare assolutamente per raggiungere i nostri obiettivi e mettere l’esperienza di questa andata. Nella seconda parte del campionato dobbiamo perciò fare di meglio”.

Foto di Nunzio Russo

Area Comunicazione