PALLANUOTO: TERMINA 11 A 11 IL DERBY CAMPANO ALLA SCANDONE

FINISCE IN PARITÀ IL DERBY POSILLIPO – SALERNO

Derby regionale terminato per 11-11 e particolarmente animato e appassionante, come era facile immaginare, quello andato in scena alla Piscina Scandone nella IV gara del campionato di Pallanuoto maschile della massima serie, dove il Posillipo ha ospitato gli avversari, compresi di due ex, Scotti Galletta e Cuccovillo, della Rari Nantes Salerno.

Ad aprire la sfilza di gol ambo parti, i padroni di casa per mano del Capitano Paride Saccoia. Ma gli avversari pareggiano nello stesso minuto dando da subito la misura della piega che da lì a poco e per tutti e quattro i tempi regolamentari avrebbe avuto la gara, caratterizzata da un fischietto arbitrale continuamente sonante con 19 espulsioni ai danni del Posillipo, 23 quelle a favore, tre espulsioni definitive per i rossoverdi (Scalzone e Lanfranco per gioco scorretto) due per gli ospiti (Elez per gioco scorretto).

Una gara casalinga per il Posillipo, dicevamo, che ha visto soprattutto il riprendersi delle due squadre in un continuo sorpassarsi reciproco come raccontano i quattro parziali del 4-3/3-4/1-1/3-3 e da cui salta agli occhi soprattutto la sostanziale parità nel gioco, oltre che nel risultato delle due squadre.

Protagonista tra le fila rossoverdi senza dubbio Massimo Di Martire: suoi i due rigori messi a segno nel terzo e nel quarto tempo, sue altre tre reti; per lui anche i due interventi del medico del Posillipo intervenuto a seguito dei due colpi rimediati dal figlio d’arte. Sempre in partita i senatori del Posillipo, Saccoia, Giuliano Mattiello, Luca Marziali e il portiere Tommy Negri, che hanno dato un contributo fondamentale alla squadra.

Per l’allenatore del Posillipo Roberto Brancaccio: “È stata una sfida dura come racconta il tabellino pieno di espulsioni ma è stata allo stesso tempo equilibrata nella quale entrambi potevamo vincere. Sappiamo che sarà un campionato duro e impegnativo, e dobbiamo crescere, come già sapevamo di dover fare. I miei complimenti vanno naturalmente ai ragazzi”.

Foto di Nunzio Russo

Area Comunicazione

PALLANUOTO: ALLA SCANDONE LA SFIDA DI CAMPIONATO CN POSILLIPO – RN SALERNO

DOMANI, SABATO 26 OTTOBRE ALLE 17:00, LA SFIDA ALLA PISCINA SCANDONE

Ritorno alla Scandone per la quarta gara di questo campionato per il CN Posillipo impegnato sabato alle ore 17:00 nella sfida di pallanuoto contro la Rari Nantes Salerno.

Entrambe le compagini che militano in A1 sono reduci dalla sconfitta nel turno infrasettimanale di mercoledì: i padroni di casa contro la pallanuoto Trieste, gli ospiti contro il pro Recco. Una gara particolare quella da cui vengono e rossoverdi a dir poco piena di espulsioni. Ora i ragazzi allenati da Roberto Brancaccio dovranno fare i conti con la compagine campana per cercare di recuperare terreno in una classifica molto aperta, con i pallanuotisti della Posillipo ancora ad un punto, conquistato grazie al pareggio nella prima casalinga contro la Rari Nantes Florentia.

Brancaccio recupera tutti i suoi ragazzi, compreso Giuliano Mattiello che aveva saltato la gara di Trieste perché espulso e Luca Marziali, solo ammonito con diffida per decisone dei giudici sportivo che ha accolto il reclamo della società e che quindi sarà al servizio di Brancaccio.

Gara delicata comunque per il Posillipo, di discreta importanza nonostante sia ancora solo l’inizio della stagione. Gli avversari, nonostante la sconfitta contro Pro Recco, vengono da un’ottima prestazione contro la Lazio di sabato scorso, che ha dimostrato il valore della loro rosa, ricca di giocatori di esperienza, su tutti i due nuovi acquisti Elez e Tomasic.

Sarà una partita combattuta, come ha già dimostrato di essere il campionato sinora, dove ogni sfida varrà come una finale.

La gara sarà trasmessa sulla pagina FB di Napoleggiamo.

Area Comunicazione

PALLANUOTO: SCONFITTO IL POSILLIPO A TRIESTE PER 11-5

NELL’ANTICIPO DELLA TERZA GIORNATA DI A1 IL POSILLIPO SCONFITTO DALLA TRIESTE

Finisce 11-5 l’anticipo della terza giornata della regular season maschile di pallanuoto di serie A1, in cui il CN Posillipo è stato impegnato contro la Pallanuoto Trieste al Polo Natatorio “Bianchi” della città friulana nella serale alle 20.30.

Una gara con quattro tempi a dir poco “discutibili” se si guarda il referto che racconta di un numero elevato di espulsioni ai danni dei rossoverdi, (19 il Posillipo, 10 la Trieste) tradottesi poi in una espulsione per somma di falli di Iodice, Silvestri, Picca e Di Martire, i primi due nel terzo tempo, gli altri nel quarto.

Il terzo tempo ha anche visto l’espulsione per proteste di Marziali, che su una giocata dopo la palla recuperata e quindi in possesso palla, ha visto il gol, appena realizzato annullato, perché la giuria aveva fermato l’azione e il giocatore ha protestato. Proteste che non sono piaciute agli arbitri che lo hanno rimandato definitamente fuori vasca.

Tre i rigori concessi ai padroni di casa, di cui due messi a segno. 3-1/4-4-/2-0/2-0, i parziali di una gara che sul finale ha registrato i momenti più concitati e nel terzo tempo è arrivata anche l’espulsione per doppio giallo dell’allenatore del Posillipo Roberto Brancaccio, che ha deciso di non commentare la gara.

Il Posillipo tornerà in vasca alla Scandone sabato 26 ottobre alle 17.00 quando ospiterà la RN Nuoto Salerno.

Area Comunicazione

PALLANUOTO: LA SQUADRA DI A1 IMPEGNATA A TRIESTE PER LA TERZA GIORNATA DI CAMPIONATO

IL POSILLIPO AFFRONTA LA PALLANUOTO TRIESTE ALLE 20.30 DEL 23 OTTOBRE

È una pallanuoto Trieste rafforzata in termini di formazione rispetto allo scorso anno con uno straniero del calibro di Milakovic, quella che il CN Posillipo affronterà domani alle ore 20.30 al Polo Natatorio “B. Bianchi” di Trieste per la terza giornata della regular season di pallanuoto maschile di Serie A1: i rossoverdi sono reduci dal pareggio contro la RN Florentia di sabato scorso nella prima casalinga alla Scandone dove i ragazzi dell’allenatore Roberto Brancaccio sono tornati regolarmente ad allenarsi.

Il Posillipo arriva domani sera a Trieste con un’importante pedina mancante, ossia Giuliano Mattiello, autore di un poker di gol nell’ultima uscita ma che non sarà a disposizione di Brancaccio dopo la decisione del giudice sportivo di squalificare il giocatore per una giornata di campionato per comportamento scorretto nei confronti di un avversario. Insomma, i rossoverdi recuperano Massimo Di Martire ma dovranno fare a meno di Mattiello.

Gara dunque ostica per il Posillipo, nel turno infrasettimanale e la concentrazione dei ragazzi dovrà essere massima, come raccomanda Brancaccio: “Domani dobbiamo assolutamente essere bravi a restare in partita per tutti e quattro i tempi ma soprattutto non dobbiamo cadere in banali ingenuità, come nelle prime due partire a Roma e alla Scandone, che ci hanno fatto giocare la partita scorsa senza di Martire e questa che verrà senza Mattiello“, il commento alla vigilia di Brancaccio che precisa: “Sicuramente i ragazzi hanno sbagliato nei confronti di arbitro e avversari ma a Roma Di Martire aveva ricevuto un colpo in pieno viso con fuoriuscita di sangue non sanzionato dall’arbitro mentre per lui è arrivata la squalifica per proteste e allo stesso modo Mattiello, dopo il rigore sbagliato e prima di mettere a segno il gol del pareggio, era stato provocato lui dal portiere avversario con le stesse modalità per le quali però solo Mattiello è stato squalificato. Ciò detto, precisiamo che rispettiamo naturalmente le decisioni arbitrali“, conclude, “ma dobbiamo stare attenti e non lasciarci indurre in errore“.

Area Comunicazione

PALLANUOTO: PAREGGIO CON LA FLORENTIA NELL’ESORDIO ALLA SCANDONE

IN UNA SPLENDIDA SCANDONE IL POSILLIPO PAREGGIA CON LA FLORENTIA DI FRONTE A CIRCA 300 SPETTATORI

Finisce 10-10 l’esordio casalingo del CN Posillipo contro la Rari Nantes Florentia, in una splendida Scandone messa a nuovo in occasione delle recenti Universiadi di Napoli 2019. Un match spettacolare quello andato in scena di fronte a circa 300 spettatori, tra cui il Presidente del Circolo Posillipo Vincenzo Semeraro e il Vicepresidente Sportivo Antonio Ilario, e che ha visto espulsioni pesanti: la formazione rossoverde ha dovuto fare a meno di Luca Marziali già al sesto minuto del secondo tempo, espulso per proteste. Nel quarto tempo la somma dei falli lascia il Posillipo senza Scalzone e nell’ultimo minuto di gioco rosso anche per Mattiello, mentre tra gli ospiti due le espulsioni per somma di falli entrambe nel quarto tempo.

Ad aprire la danza dei 20 gol totali messi a segno dalle due compagini, è stata la Florentia, subito riacciuffata per il primo gol dei padroni di casa. È Giuliano Mattiello a metterne a segno quattro di reti, è lui anche il protagonista dei momenti decisivi della gara, con un rigore sbagliato nell’ultimo minuto di gioco del quarto tempo ma subito archiviato col gol invece centrato che regala la parità alla formazione di casa, che guadagna così il punto nella gara.

I parziali del 2-3, 3-2, 3-1 e infine 2-4, raccontano di un Posillipo naturalmente sempre in gara che conquista il terzo tempo lasciandosi sfuggire, per poi riagguantarlo in corner, il quarto: “È stata una partita di grande sofferenza”, il commento a caldo dell’allenatore rossoverde Roberto Brancaccio, che ha abbandonato il bordo vasca ad un minuto e mezzo dalla fine per un rosso, così come il suo secondo Gennaro Mattiello e l’accompagnatore Rino Fiorillo, in un finale decisamente concitato, “abbiamo recuperato gli “uomini” che mancavano, ma venivamo comunque da due giocatori, Paride Saccoia e Giampiero Di Martire, reduci da un infortunio il primo e un intervento chirurgico il secondo, ed entrambi hanno dato un grande contributo alla partita. Abbiamo giocato, poi, quasi tre tempi senza Marziali, il centroboa titolare, ma ciononostante stante abbiamo fatto nostro il terzo tempo”.

Sul risultato finale Brancaccio aggiunge: “È un pareggio che alla fine ci sta, per l’andamento della seconda parte di gara dopo il break, in cui appunto abbiamo fatto bene nel terzo tempo, ma ci siamo persi il quarto, come era già successo a Roma, nella prima gara di questo campionato: ecco, è su questo che dobbiamo lavorare, sia sul piano fisico che su quello mentale”.

Area Comunicazione

PALLANUOTO: ESORDIO ALLA SCANDONE CON LA FLORENTIA

DOMANI, 19 OTTOBRE, LA PRIMA CASALINGA PER IL POSILLIPO

Esordio alla Scandone domani per il Posillipo, impegnato nel campionato maschile di Serie A1. L’appuntamento è alle ore 17.00 nella struttura di Fuorigrotta rinnovata dopo le recenti Universiadi.

La formazione di Roberto Brancaccio, reduce dalla pausa campionato e dalla sconfitta di misura contro l’As Roma Nuoto nella prima a Roma, arriva alla gara casalinga con la giusta carica per far bene. La compagine rossoverde gioca con una formazione giovane, figlia del vivaio posillipino, il che entusiasma, certo ma non lascia nascondere le difficoltà: “Partita ostica, come di consueto con la Florentia, squadra che negli ultimi anni è stata difficile da affrontare”, il commento alla vigilia di Brancaccio. “Queste due settimane ci sono servite per lavorare e compattare ancora di più il gruppo. Sarà emozionante tornare a giocare alla Scandone, un impianto che ha espresso tutte le sue potenzialità alle recenti Universiadi e, non ultime, alle International Swimming League della scorsa settimana. Ci aspettiamo che il pubblico risponda presente, come accaduto in questi due grandi eventi”.

Aarea Comunicazione

PALLANUOTO: SI È TENUTA LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DELLA SQUADRA DI A1

IL PRESIDENTE SEMERARO E IL VICEPRESIDENTE ILARIO HANNO PRESENTATO LA SQUADRA ALLA STAMPA E ALLA CITTÀ

Si è tenuta nel salone dei Trofei del Circolo Nautico Posillipo, la conferenza stampa di presentazione della prima squadra di pallanuoto maschile del Posillipo impegnata nel campionato di Serie A1.

Alla Conferenza stampa hanno preso parte il presidente del Circolo Posillipo Vincenzo Semeraro, il vicepresidente sportivo Antonio Ilario, l’assessore allo Sport del Comune di Napoli Ciro Borriello, il Presidente della FIN Campania Paolo Trapanese oltre al consigliere alla pallanuoto Gennaro Fiorillo, e al consigliere alla pallanuoto giovanile Sergio d’Abundo. E ancora lo staff tecnico della squadra, tra cui Gennaro Mattiello, allenatore in seconda, il dottor Guglielmo Lanni, medico sportivo e Davide Truppa, collaboratore. È intervenuto, inoltre, lo sponsor tecnico B-Personal nella persona di Giancarlo Bosso. Tra i presenti, il Presidente della Cesport Giuseppe Esposito e Rosario Mazzitelli, in rappresentanza del Circolo Canottieri Napoli.

Lo sport, tutto, è il cuore del Posillipo” ha esordito il presidente Semeraro, “e il nostro impegno è affinché continui ad esserlo, seppur tra le mille difficoltà che ci troviamo ogni giorno ad affrontare. Ciò che non ci manca è comunque l’entusiasmo di fare nel migliore dei modi“. “Siamo vicini ai Circoli e al Posillipo perché crediamo in queste realtà“, ha detto l’assessore Borriello, “sono realtà sportive importanti a cui vanno affidati anche gli impianti della città, affinché vengano gestiti al meglio. Siamo ad esempio, rammaricati per l’imminente chiusura della Piscina di Scampia e ci auguriamo che questo non debba accadere mai, anzi. Io in particolare, sono legato al Posillipo e, parlando a nome del Comune, non voglio che ci sia la necessità di vendita, anzi: il Circolo Posillipo è e deve restare un bene della città, di cui è parte integrante”. Per Trapaneselo sport deve essere veicolo di valori importanti, quelli che da sempre si trasmettono con i colori rossoverdi del Posillipo“. “Sarà un campionato difficile per la perdita di alcuni giocatori e per l’abbassamento dell’età“, ha detto Silipo, “ma ho visto questi ragazzi allenarsi e sono fiducioso che faranno il meglio possibile“.

A presentare i componenti della rosa è stato l’allenatore Brancaccio, che ha salutato anche lo staff tecnico e medico: “I ragazzi sono i protagonisti e noi ci mettiamo tutto l’impegno possibile per ottenere i risultati migliori, considerando che siamo la compagine più giovane del campionato, con un’età media di 20 anni“. A ringraziare la squadra il vicepresidente Ilario che ha sottolineato l’impegno dei ragazzi “nonostante le difficoltà evidenti, un impegno che noi apprezziamo“. Per il rappresentante dello sponsor tecnico Bosso, “vestire il Posillipo è un orgoglio e farlo da 5 anni testimonia il legame con la squadra e con i ragazzi“.

Saluti conclusivi del Presidente Semeraro che ha invitato tutti alla prima partita casalinga del Posillipo, Sabato 19 ottobre alle ore 17.00 alla Scandone contro la Rari Nantes Florentia.

Area Comunicazione

PALLANUOTO: CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DELLA SQUADRA DI PALLANUOTO DI SERIE A1

GIOVEDÌ 17 OTTOBRE ALLE ORE 11.30 AL CIRCOLO POSILLIPO

Si terrà Giovedì 17 ottobre alle ore 11.30 al Circolo Nautico Posillipo, la conferenza stampa di presentazione della prima squadra di pallanuoto maschile del Posillipo impegnata nel campionato di Serie A1.

Alla Conferenza stampa, nei saloni del sodalizio, prenderanno parte: il presidente del Circolo Posillipo Vincenzo Semeraro, il vicepresidente sportivo Antonio Ilario, il vicepresidente amministrativo Antonio Parente, il consigliere alla pallanuoto Gennaro Fiorillo, il consigliere alla pallanuoto giovanile Sergio d’Abundo, il responsabile del settore tecnico della pallanuoto Carlo Silipo, l’allenatore della squadra di pallanuoto Roberto Brancaccio.

Tra gli invitati, l’Assessore allo Sport del Comune di Napoli Ciro Borriello che interverrà per un saluto e le autorità sportive e istituzionali cittadine e regionali.

Interverranno, inoltre, lo sponsor tecnico B-Personal nella persona di Giancarlo Bosso.

Area Comunicazione

PALLANUOTO: SCONFITTA PER I ROSSOVERDI NONOSTANTE LA STRAORDINARIA PRESTAZIONE

POSILLIPO SCONFITTO 13 a 12 ALLA PRIMA USCITA DI CAMPIONATO A ROMA

Partita sfortunata per il Posillipo, sconfitto alla prima uscita del Campionato di Serie A di pallanuoto maschile: i ragazzi di Roberto Brancaccio sono stati ospiti della Roma Nuoto, che solo di misura ha tolto ai rossoverdi la gioia di iniziare con una meritata vittoria la competizione: finisce infatti 13-12, al Foro Italico di Roma con una gara giocata sino allo scoccare dell’ultimo minuto di gioco e con un Posillipo sempre in gara a competere contro i ben quattro incredibili rigori concessi ai padroni di casa e ben 18 espulsioni, con un vantaggio costante nei tempi centrali.

Due le assenze, Pierpaolo Parrella per un incidente, Gianpiero Di Martire reduce da un intervento chirurgico e Paride Saccoia che ha giocato nonostante uno strappo muscolare rimediato qualche giorno fa.

Il primo gol lo segnano i padroni di casa, così come il primo raddoppio che permette alla Roma di chiudere il primo parziale sul 3-1 grazie anche al primo dei quattro rigori concessigli, a discapito di un Posillipo davvero sfortunato.

Nel secondo quarto i rossoverdi si tuffano nella gara, con il sorpasso sul 4-5 degli avversari, facendo chiudere i secondi 8 minuti di gioco sul parziale di 5-6. Il terzo tempo di gioco vede il secondo rigore per la Roma Nuoto che però non impedisce agli ospiti di spuntarla di striscio sul 9-10. Ma le battaglie non fanno sempre vincere la guerra, soprattutto se il tempo conclusivo di una gara al cardiopalma si apre e si chiude con altri due rigori contro inflitti al Posillipo, che nel frattempo alla ripresa della gara, perso Andrea Scalzone e Luca Silvestri per somma di falli: Tommi Negri fa quello che può ma i quattro tiri dai 5 metri vanno tutti a segno.

Negli ultimi due minuti di gioco il tabellone segna il pareggio sul 12 pari ma la fuga della Roma è dietro l’angolo: segnano il 13esimo gol che ne decreta la vittoria in una contestata partita. Alla sfortuna dei rigori, si aggiunge la svista clamorosa sul fallo ai danni di Massimo di Martire uscito sanguinante dalla vasca ad una manciata di secondi dalla fine: ci sarebbe stata tutta l’espulsione per brutalità dell’avversario e il successivo rigore, episodio incredibilmente non visto dagli arbitri.

Questo il commento di Brancaccio: “I ragazzi hanno dimostrato grande determinazione e senso di appartenenza, dispiace essere usciti sconfitto: il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto, ma probabilmente la vittoria ce la saremmo meritata. Il capitano, Paride, ha stretto i denti nonostante l’infortunio per dare la carica a tutti. Approfittiamo adesso di questa pausa di campionato di quindici giorni per recuperare anche gli assenti. Siamo consapevoli che questo campionato passa attraverso la crescita del più giovani supportati dai senatori”.

Sugli spalti del Foro Italico, il responsabile del settore Tecnico del Posillipo Carlo Silipo, il Consigliere alla Pallanuoto Rino Fiorillo e il Vicepresidente sportivo del sodalizio Antonio Ilario: “I ragazzi hanno giocato con straordinario impegno e grande spirito di attaccamento ai nostri colori. Purtroppo alcune difficoltà inevitabili hanno penalizzato la preparazione degli atleti che, ribadisco, hanno dato il meglio nonostante tutto”.

Area Comunicazione

PALLANUOTO: IL POSILLIPO CHIUDE AL QUARTO POSTO. TRIUNFO: “GRANDE EXPLOIT, CONTINUIAMO SU QUESTA STRADA”

BRANCACCIO: “CAMPIONATO RICCO DI EMOZIONI E SODDISFAZIONI

Una final six scudetto da incorniciare. Quarto posto per la squadra di Waterpolo A1 del Posillipo che ieri ha chiuso la stagione 2018/19 con un risultato in netto miglioramento rispetto alla precedente.

A tessere le lodi della squadra è stato in primis il vicepresidente Sportivo Vincenzo Triunfo: “Il grande exploit di quest’anno della squadra di A1 di pallanuoto, che ha raggiunto un obiettivo impensabile solo un anno fa, combattere in una final six alla pari con società come il Brescia e la BPM, ci ha confermato che il percorso, frutto di una visione ben precisa, di puntare sui giovani, unire le discipline sotto la bandiera rossoverde ricreando un grande senso di appartenenza, è a buon punto”.
Oggi, grazie ad una squadra con un organico giovanissimo, nato quasi totalmente al Posillipo e con dei senatori che hanno saputo guidare al meglio i giovani si è dimostrato di non essere secondi a nessuno“. “Questa è sempre stata una mia priorità, condivisa sin dall’inizio con tutti coloro che ci hanno creduto, e in meno di 2 anni, possiamo dire con orgoglio che il solco è tracciato. Un solco che, alla luce dei nuovi sviluppi di cambio governance, il sottoscritto vuole continuare a percorrere per avere ancora ragazzi pronti a conquistare uno spazio nel Gotha dello sport mondiale, colorando di rossoverde, come in 94 anni hanno fatto tanti loro predecessori, medaglieri olimpici, campionati mondiali e tanti altri trofei”.

Sono orgoglioso dei ragazzi e del risultato raggiunto”, il commento dell’allenatore Roberto Brancaccio: “è stato un campionato impegnativo e ricco di emozioni e soddisfazioni”.

Area Comunicazione