WEEK END D’ORO PER IL POSILLIPO: INCETTA DI MEDAGLIE IN TUTTI GLI SPORT

DA “ILMATTINO.IT” DEL 5 MAGGIO 2021 DI GIANLUCA AGATA

Canoa, canottaggio, nuoto, pallanuoto, vela. E sulla terra ferma, anche la scherma: il Circolo Nautico Posillipo continua ad essere la fucina di giovani campioni orgoglio della terra partenopea che nei decenni è stata la scuola dello sport campano, italiano e internazionale, dimostrandolo alla ripresa dei campionati giovanili dove ottiene risultati straordinari in praticamente tutte le discipline praticate.

E alla naturale vocazione ad eccellenza negli sport del mare del sodalizio rossoverde, si accompagna anche la grande capacità dei suoi schermitori: nelle ultime gare, il Posillipo ha, infatti, fatto incetta di medaglie e trofei, in un periodo come quello attuale in cui la pandemia ha messo a dura prova lo sport ma non ha impedito agli atleti di continuare a vincere, appunto.

Ultima, in ordine di tempo per il Posillipo, la straordinaria prestazione degli schermitori alla Prova di Qualificazione ai Campionati Italiani di Casagiove; dagli under 14 agli under 20, passando per gli under 17, il Posillipo vince: 3 ori, 3 argenti e 3 bronzi. Medagliere pieno anche per i canottieri del Circolo al II Meeting Nazionale Lago Patria: 7 ori conquistati, 5 argenti e 3 bronzi.

Un altro risultato importante per il canottaggio posillipino, che ancora una volta brilla in gara, dopo il successo al Trofeo Paolo D’Aloja. Restando in acqua, brillano anche i nuotatori rossoverdi che ai Campionati Nazionali di Categoria su base regionale alla piscina “Scandone” conquistano 6 ori, 11 argenti e 9 bronzi.

Vince, manco a dirlo, anche la pallanuoto: la formazione under 20 fa benissimo nell’avvio del suo campionato con quattro vittorie su quattro gare disputate. Nella canoa, il medagliere poi, trabocca: ben 22 ori, 10 argenti e 5 bronzi portati in Via Posillipo nel Campionato Regionale 1000 metri e Gara regionale Under 14.

Nella vela, dominio sia con l’equipaggio femminile sia con quello maschile nella Selezione nazionale laser di Castellammare di Stabia: il primo stravince la classifica assoluta e quella femminile in classe Laser Radial, con 4 primi posti nelle cinque regate disputate; il secondo vince con scarto in classe Laser 4.7 la classifica finale, collezionando ben 2 primi posti e 2 secondi su 5 regate.

Insomma, il Posillipo fa bene, a riprova dell’impegno della dirigenza nel guidare, accompagnare e motivare i suoi atleti, grazie anche allo straordinario lavoro di allenatori, consiglieri e staff. Un lavoro sempre di squadra, come dev’essere in ogni sport che si rispetti: «Lo sport per i nostri giovani resta la nostra più grande vocazione”, conferma il vicepresidente sportivo Antonio Ilario, “e riuscire a trasmettere, oltre ai valori legati alla pratica sportiva, anche quella giusta grinta agonistica, non può che riempirci di soddisfazione e soprattutto lasciarci ben sperare sul futuro dei nostri campioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
| Area Comunicazione

SCHERMA: ALDO CUOMO ELETTO PRESIDENTE DEL COMITATO REGIONALE FIS CAMPANIA

21/02/2021 In Casa Sociale, News, Scherma

Resterà in carica per il quadriennio 2021 – 2024

La scherma campana al voto – in accordo con le disposizioni per il contenimento del Covid19- questa mattina nella sede del Circolo Nautico Posillipo di Napoli per eleggere Presidente e Consiglio del CR Campania FIS. Alla guida del Comitato è stato eletto Aldo Cuomo, con 25 voti su 25 votanti e 10 assenti. Consiglieri eletti Vincenzo Agata, Jacopo Ranieri, Antonio Di Sapio, Francesca Boscarelli e Martina Longo. Ad aprire i lavori dell’Assemblea il Presidente uscente Matteo Autuori che ha ringraziato tutti per i 20 anni passati insieme. A seguire, i saluti da parte di Sergio Roncelli, Presidente Coni Campania, e del Presidente del CNP Vincenzo Semeraro.

A prendere la parola il Consigliere Nazionale Luigi Campofreda, che ha salutato il consesso regionale rivendicando il ruolo ottenuto dal movimento schermistico campano in ambito nazionale e complimentandosi con il nuovo presidente.

Emozionato il neo eletto Aldo Cuomo, responsabile tecnico della sezione scherma del Posillipo assieme a Cesare Fabrizio, consigliere, che dopo i ringraziamenti, si è detto felice per il risultato “forse scontato, ma anche al di là delle aspettative”, ha detto Cuomo: “Grazie a tutti per la fiducia che mi avete voluto accordare, ringrazio il presidente uscente Matteo Autuori e a lui rivolgo il mio in bocca al lupo per le prossime elezioni nazionali. E allo stesso tempo faccio anche l’in bocca al lupo ai giovani ma preparati e motivati nuovi consiglieri. Auspico”, ha continuato Cuomo, “una ritrovata armonia tra federazione e Accademia Nazionale di scherma in vista dei progetti sulla formazione dei tecnici di scherma e voglio provare ad incrementare l’attività agonistica in regione in collaborazione con la FIS nazionale. Gli ultimi Test – event federali hanno dimostrato che ciò è possibile”.

Soddisfazione da parte del Circolo Posillipo che vanta rappresentanze Coni in molte discipline, dalla vela, alla canoa, e al canottaggio (appena una settima fa la rielezione di Lino Giugno) e oggi con la scherma.

Ad Aldo Cuomo le congratulazioni e l’augurio di buon lavoro.

Alle elezioni erano presenti, tra gli altri, anche gli olimpionici Patrizio Oliva, Sandro Cuomo, Dino Meglio, il vicepresidente del CN Posillipo Antonio Ilario con il dirigente della sezione scherma Cesare Fabrizio, il socio Presidente della Federcanoa Campana Sergio Avallone e il Consigliere della Federvela V zona Enrico Deuringer.

| Area Comunicazione

FeaturedSCHERMA: FIS CAMPANIA AL VOTO, ALDO CUOMO CANDIDATO ALLA PRESIDENZA

07/01/2021 In News, Scherma

DA ILMATTINO.IT DI DIEGO SCARPITTI

Orizzonte Campania. Con la qualità è possibile superare ogni duello. Affila le lame della diplomazia Aldo Cuomo, candidato alla presidenza del comitato regionale della Fis. Chiamate alle urne per designare il successore di Matteo Autuori ben 24 società domenica 21 febbraio, esattamente la settimana che precede l’elezione del numero uno della Federazione italiana scherma, quando si completerà la competizione tra Paolo Azzi e Michele Maffei.

Visione ampia e idee chiare per il fratello del più celebre Sandro Cuomo, Hall of Fame e commissario tecnico della Nazionale italiana maschile e femminile di spada, il primo napoletano già qualificato alle Olimpiadi di Tokyo. «Dialogo, inclusione, promozione. Spingere sul tema della formazione con i corsi per tecnici, maestri, arbitri e dirigenti. Potenziare e valorizzare l’attività sportiva», alcuni punti del programma per il prossimo quadriennio.

Insegna al Circolo Nautico Posillipo dal 1980 e, sotto la guida di Mimmo Conte, è diventato maestro di scherma nel 1984. Longeva appartenenza al sodalizio rossoverde, fucina inesauribile di grandi campioni. Squilla con insistenza il telefono, Aldo Cuomo ha già in mente la composizione del prossimo comitato campano. «Sfida ambiziosa e impegnativa, nuova avventura che guarda al futuro». C’è davvero tanto da realizzare.

Utile la parentesi di quattro anni maturata alla Cariplo di Milano, naturalmente il ritorno al Posillipo, dove tuttora riveste il ruolo di responsabile di sala e parte attiva dell’area comunicazione del glorioso e plurititolato Circolo napoletano.

Vanta una comprovata esperienza come docente e commissario d’esami per la Fis, l’Accademia nazionale e l’Associazione italiana maestri di scherma, nonché presso la facoltà di scienze motorie e sportive all’Università di Campobasso. Dalla cattedra alla pedana sempre con successo. Il curriculum non si esaurisce. Spazio anche alla docenza di scherma artistica e storica presso la scuola di mimo corporeo Centro internazionale di ricerca sull’attore «Icra Project» di Napoli e presso il Teatro Capitol di Salerno.

Energia nuova e progetti in cantiere. «Rilanciare i campionati regionali (anche a squadre) nelle tre specialità (fioretto, sciabola, spada) per le differenti categorie con l’assegnazione dei rispettivi titoli. Far crescere il settore paralimpico. Porre in essere una proficua sinergia con la scuola, senza tralasciare lo sponsoring», anticipa i suoi piani Cuomo, che intende rendere prioritaria la formazione e la certificazione dei titoli dei maestri di scherma. Dalla sua passione, impegno e certamente dedizione, essendo stato consigliere e vicepresidente del comitato regionale in quota tecnici, speculare ruolo ricoperto all’Accademia nazionale di scherma di Napoli in quota docenti, infine consigliere Coni Campania. L’assalto andrà a buon fine.

| Area Comunicazione

DPCM, CHIUSA AL PUBBLICO LA PISCINA DEL CIRCOLO POSILLIPO

DOPO LE DISPOSIZIONI DEL NUOVO DPCM A NAPOLI CHIUDE AL PUBBLICO LA PISCINA DEL CIRCOLO POSILLIPO

Ecco le prime immagini e il commento di Maurizio Santucci, Coordinatore Piscina Poerio, e Antonio Ilario, Vicepresidente Sportivo Circolo Nautico Posillipo. “Il danno è doppio, sia per la chiusura dell’impianto sia per le persone con patologie che non potranno fare terapia riabilitativa” commenta così Maurizio Santucci. Il Vicepresidente poi aggiunge: “Continuiamo a stare aperti per permettere agli atleti di allenarsi per le competizioni nazionali. Uno sforzo consistente, non sappiamo quanto potremo resistere“.

da video.repubblica.it

| Area Comunicazione

CASA SOCIALE: PRESENTAZIONE DEL LIBRO “LA STAGIONE DEL FANGO”

16/10/2020 In Casa Sociale, News

GIOVEDÌ 15 OTTOBRE ALLE ORE 18.00 AL CIRCOLO NAUTICO POSILLIPO L’ULTIMO LIBRO DI ANTONIO FUSCO

Giovedì 15 ottobre, con inizio alle 18, presso il Circolo Posillipo, l’Associazione Dies Artis presenta l’ultimo libro, La stagione del fango, di Antonio Fusco, edito da Giunti.

L’ultima fatica letteraria di Antonio Fusco è ambientata in parte proprio a Napoli, la città dove l’autore si è formato, prima di girovagare per lavoro per tutta l’Italia e di approdare dal 2000 in Toscana.

Al commissario Casabona, il protagonista dei gialli di Antonio Fusco, capiterà di dover affrontare una discesa all’Inferno che lo porterà proprio nel capoluogo partenopeo, dove cercherà di salvare se stesso e il suo onore di poliziotto.

Con Fusco, giovedì 15 ottobre, dialogherà il giornalista Luigi Vicinanza, dopo l’introduzione di Enrico Deuringer e gli indirizzi di saluto del Presidente del Sodalizio rossoverde Enzo Semeraro e del Consigliere agli eventi culturali Filippo Smaldone. Le letture saranno affidate a Sergio Savastano e l’accompagnamento musicale a Beniamino Di Lorenzo.

Il Circolo Nautico Posillipo e l’Associazione Dies Artis daranno vita, dunque, ad un evento culturale che rappresenta un’occasione per conoscere Fusco e la sua scrittura ma anche un modo per riportare l’autore nella sua città, dove è nato ed ha anche lavorato, e dove conta moltissimi affezionati lettori.

Antonio Fusco ci regala ancora una volta un libro emozionante, un noir avvincente e coinvolgente – spiega Rosa Carillo Ambrosio, Presidente di Dies Artis: – e grazie alla sua scrittura asciutta e incisiva, ci porta a scoprire le rotte più oscure dell’animo umano. Questa volta c’è un colpo di scena Casabona è egli stesso vittima di trame e intrighi… in un crescendo di suspence che piacerà a tanti non solo agli appassionati di letteratura gialla!

Antonio Fusco, nato nel 1964 a Napoli, è funzionario della Polizia di Stato e criminologo forense. Dal 2000 vive in Toscana, dove si occupa di indagini di polizia giudiziaria e attualmente ricopre il ruolo di capo della squadra mobile di Pistoia.

Come scrittore ha vinto vari premi tra cui il Premio Mariano Romiti, il Premio scrittore toscano e il Premio Garfagnana in giallo. Molte delle sue opere sono tradotte all’estero.

La stagione del fango è il suo sesto romanzo.

Fotogallery

| Area Comunicazione

PALLANUOTO: CONFERENZA STAMPA ANNULLATA

28/09/2020 In Casa Sociale, News, Pallanuoto

È STATA ANNULLATA E RINVIATA ALLA PROSSIMA SETTIMANA LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DELLA PRIMA SQUADRA

A seguito della positività al Covid19 di un giocatore del Telimar, con cui il Posillipo ha disputato la gara di qualificazione della Coppa Italia di pallanuoto lo scorso 25 settembre, la squadra della pallanuoto Posillipo si è sottoposta nella giornata di oggi all’esame del tampone.

In attesa dei risultati, ci troviamo costretti ad ANNULLARE la conferenza stampa di presentazione della squadra in programma oggi al Circolo Posillipo, che è rimandata alla prossima settimana.

| Area Comunicazione

SCHERMA: SANDRO CUOMO NELLA “HALL OF FAME”

13/09/2020 In Casa Sociale, News, Scherma

DA “ILMATTINO.IT” DI DIEGO SCARPITTI

Nel salone della fama. Entra di diritto nell’«arca della gloria» il napoletano Sandro Cuomo, inserito nella Hall of Fame. Dopo Carlo Silipo (settore pallanuoto), ad un altro straordinario atleta del Circolo Posillipo (e della Polizia di Stato) viene riconosciuto il prestigioso encomio. Collare d’oro al merito sportivo e tecnico della spada più titolato di sempre, nonché il primo ct napoletano a guida di una Nazionale a qualificarsi per le Olimpiadi di Tokyo, Cuomo ha ricevuto la notizia direttamente dal presidente della Fis, Giorgio Scarso, che si è recato di persona al Centro di Preparazione Olimpica «Bruno Zauli» a Formia, su espressa indicazione di Ališer Burchanovič Usmanov, imprenditore e dirigente sportivo russo, proprietario del quotidiano Kommersant, del provider Mail.Ru e già direttore generale di Gazprom Invest, la holding di Gazprom. Che, dal 2008, ricopre la carica di presidente della Federazione internazionale della scherma.

«È con grandissima soddisfazione che vengo a conoscenza di essere stato inserito nella Hall of Fame dalla Federazione internazionale di scherma. Sono fiero di questo riconoscimento e felice della considerazione che il mondo della scherma internazionale mi ha voluto riconoscere, inserendomi in maniera indelebile nella storia dello sport al quale ho dedicato tutta la mia vita». Così scrive soddisfatto sulla pagina Facebook il plurititolato Cuomo, oro alle Olimpiadi di Atlanta 1996 e bronzo a Los Angeles 1984. Il suo un palmares nutrito: tre volte oro ai mondiali, una volta campione europeo, due volte dominatore in Coppa del Mondo, primo alle Universiadi di Edmonton nel 1983, senza considerare la molteplicità di argento e bronzo messi in al collo e in bacheca.

Dal monte Olimpo alla vetta leggendaria. «Si tratta di un riconoscimento alla carriera, conferito dalla Fis a quanti si ritengono meritevoli di appartenere alla famiglia internazionale della scherma di tutti i tempi. Viene assegnato ad atleti, tecnici e dirigenti ritenuti meritevoli di essere ricordati per sempre». Gloria imperitura non soggetta alla polvere e all’usura del tempo.

Napoli sulla cima più alta. «Sono molto onorato di questo riconoscimento a testimonianza della stima e considerazione raccolta in ambito internazionale in questi 52 anni di militanza a vario titolo e con diversi ruoli nella scherma e nello sport», dichiara entusiasta lo spadista napoletano (nella foto di Augusto Bizzi).

Non manca, però, una stoccata. «Certo, farebbe anche piacere se questa considerazione fosse percepita e condivisa anche dalle autorità politiche e sportive locali, nella regione e nella città dove vivi e dove dovrebbero conoscerti meglio rispetto al resto del mondo, ma non si può avere tutto», conclude Cuomo, membro della Confederazione europea dal 2004 al 2008 e commissario tecnico dal 2009. Nessuno è profeta in patria, neanche il vincitutto Sandro Cuomo.

| Area Comunicazione

Sandro Cuomo nella Hall of Fame 2020

DODICI MAGAZINE

28/07/2020 In Casa Sociale, News

È in distribuzione nella club house per i soci del Circolo il n. 3, luglio-settembre 2020, di Dodici, free press trimestrale di attualità, cultura e eccellenze edito dal gruppo editoriale Architesto di Napoli e diretto da Daniela Rocca.

Daniela Rocca

cari lettori,
_________

Quando penso a Napoli e alla Campania provo un senso di sano ottimismo. Parlo di quell’ottimismo che nasce dalla considerazione che quando si è arrivati sul fondo di un pozzo non si può che risalire. La storia conferma che spesso il nostro territorio ha avuto momenti cupi ma con tenacia, concretezza, creatività e lungimiranza è riuscito sempre a ritornare in superficie raggiungendo traguardi impensabili.
L’esperienza che abbiamo vissuto nei mesi scorsi ha lasciato solchi profondi, non solo negli affetti delle persone ma anche nell’economia.
dodici copertina luglio 2020Per due lunghi mesi si è fermato il Paese, si sono chiuse tutte le attività produttive, le città sono diventate silenziose e la vita delle persone si è dilatata in un tempo irreale, protetta dalle abitazioni di ognuno di noi. Dall’esperienza vissuta, però, una cosa si è capita in modo molto chiaro, che le uniche realtà da tutelare e valorizzare sono le nostre specificità. E da questa premessa Dodici vuole ripartire in punta di penna, con leggerezza e determinazione. È giunto il momento di orientare il nostro destino. Ed è per questo motivo che quando ho pensato alle parole chiave di questo numero, si sono delineate immediatamente le parole etica, formazione, ricerca e innovazione ma, soprattutto, bellezza, ovvero la vera peculiarità del territorio, come punto di partenza per il rilancio e la riqualificazione della nostra economia. Una nuova carta d’identità per il mondo produttivo, inserita in una visione complessiva di medio e lungo termine, sostenibile ed ecosistemica.
Una bellezza data dall’incontro tra l’aspetto naturale del territorio e la biodiversità, all’interno del quale si è formato un popolo operoso e creativo, una creatività che nasce dall’incontro tra l’armonia fisica e lo
spessore della cultura e che rappresenta la base, antropologicamente parlando, dell’ibridazione millenaria della nostra terra.
Non può che cominciare da questo punto il fil rouge che abbiamo scelto per godere appieno della preziosità del nostro territorio, ricco di potenzialità umane ed economiche che hanno la forza e la determinazione per esprimersi. Una Regione che ha fondato i suoi successi sulla consapevolezza delle proprie origini e sulla forza dei propri valori. Valori che oggi la rendono una realtà pronta a scommettere sulle nuove sfide che il futuro pone all’orizzonte, perché questa gente concreta e solidale ha costruito la propria storia sull’ingegno, la solidarietà e la determinazione. Cade in errore chi crede che il fascino della Campania si esaurisca con le sue perle più conosciute, come Capri o Positano, mete storiche del turismo estivo. Una delle peculiarità di questo territorio è, infatti, avere anche tanti piccoli centri urbani, tutti diversi tra loro. Accomunati, però, dalla sensazione di un profondo e intimo legame col territorio, la sua cultura, la tradizione, la memoria.
Questa è una Regione piena di bellezza e dalle mille sfaccettature. «Napoli per me non è solo una città, ma una componente dell’animo umano che si può trovare in tutte le persone, siano esse napoletane o no», scriveva Luciano De Crescenzo nel libro Così parlò Bellavista.
Napoli, amore e libertà… E come dargli torto!

Buona lettura

dodicimagazine.com