2° “SOCIAL APPETIZER”

01/08/2017 In Casa Sociale, News

CHILL OUT MUSIC – LOUNGE DISCOBAR

Sull’onda della lusinghiera incoraggiante risposta in termini di partecipazione e consensi, ottenuta domenica scorsa dal “Social Appetizer”, i Consiglieri alla Casa Coppola e De Crescenzo propongono una nuova serata sul tema, giovedì prossimo 3 agosto dalle 19.30.

È un’altra “ghiotta” imperdibile opportunità che il Circolo offre ai Soci e ai loro ospiti di rendere più piacevolmente sopportabile la calura dell’estate in città.

Area Comunicazione

PRIMO CONSIGLIO DIRETTIVO PRESIDENZA SEMERARO

25/07/2017 In Casa Sociale, News

NEWS FLASH –

Si è tenuto ieri sera, 24 luglio 2017,  il primo Consiglio Direttivo della Presidenza Semeraro.
Assegnati gli incarichi ai 13 Consiglieri.

Ecco il nuovo Organigramma.

  • Giancarlo COPPOLA RISPOLI – Casa
  • Cesare FABRIZIO – Pallanuoto
  • Francesco RIZZO – Canottaggio
  • Ferruccio GUERCIA – Porto
  • Renato LAMBERTI – Innovazione tecnologica e Impianti
  • Claudio CICATIELLO – Bilancio
  • Gianluca DE CRESCENZO – Casa
  • Francesco RISPOLI – Rapporti con le istituzioni
  • Nunzio RUSSO – Scherma
  • Luigi MASSIMO ESPOSITO – Pallanuoto
  • Giuseppe MOLFINI – Canoa
  • Domenico ERNANO – Vela
  • Salvatore CARUSO – Nuoto e Triathlon

Area Comunicazione

VINCENZO SEMERARO ELETTO PRESIDENTE DEL CIRCOLO

20/07/2017 In Casa Sociale, News

LA PROCLAMAZIONE A LARGHISSIMA MAGGIORANZA

Si sono svolte ieri presso la sede sociale le votazioni per eleggere gli organi direttivi del Circolo, decaduti a seguito delle dimissioni del presidente Caiazzo.

Al termine delle operazioni di spoglio, iniziate alle 21 con la chiusura del seggio elettorale, il presidente dell’Assemblea dei Soci Effettivi, Filippo Parisio, ha dato lettura del computo dei voti, proclamando eletto Vincenzo Semeraro e con lui i vice presidenti  Vincenzo Triunfo e Antonio Parente.

Semeraro è il trentaquattresimo presidente della storia del Circolo. I consensi per la sua candidatura  assommano a 241 voti su 331 soci votanti, attestandosi molto al di sopra del quorum necessario del 50% più uno dei votanti (166 voti), stabilito dallo statuto sociale.

Queste le sue dichiarazioni a caldo: “Ringrazio tutti, in particolare il presidente Parisio, e vi prometto che faremo cose eccellenti. Dobbiamo essere un valore aggiunto del nostro Sodalizio. Il nostro programma sarà orientato allo sviluppo dell’aspetto culturale e sportivo del Circolo. Sarà una squadra coesa con i nuovi consiglieri eletti e, mi auguro, aperta alla collaborazione anche di quanti, non eletti, vogliano dare una mano”.

All’unisono le prime affermazioni dei due vice. “Questo è un punto di partenza – ha detto TriunfoL’obiettivo è quello di tornare sul tetto del mondo, dove eravamo in passato, con atleti del nostro vivaio. Tutte le discipline sportive avranno pari dignità”.

Il programma è quello condiviso con il presidente – ha rimarcato Parente, soffermandosi sugli aspetti di sua più stretta competenza – con riduzione delle spese, in particolare della pallanuoto. Appena possibile prenderemo contatti con il Comune per discutere della nostra situazione da inquilini. Non escludo anche la possibilità di valutare l’acquisto del Circolo”.

Vincenzo Semeraro, 75 anni, imprenditore oggi non più in attività nel ramo dei gruppi elettronici e delle motosaldatrici. Sportivo praticante da ragazzo (nuoto e canottaggio) fino ai giorni nostri.  Socio del Circolo da cinquant’anni (anche di più con le frequentazioni sportive giovanili).  Socio fondatore e consigliere alla canoa sotto la presidenza Cerciello (dal 1985 al 1990). E’ stato presidente del comitato campano della federazione canoa negli anni ’90.

Vincenzo Triunfo, 49 anni, ingegnere. Esperto in gestione dell’energia, membro della commissione energia dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli. Amministratore della +39Energy Srl.  Atleta agonista di canottaggio con i colori del Circolo Nautico Posillipo dal 1983 al 2010. Ha vinto in carriera dieci titoli italiani tra societari ed universitari, indossando otto volte la maglia della Nazionale tra campionati del mondo e gare internazionali. Plurimedagliato in gare nazionali ed internazionali.

Antonio Parente, 72 anni, dirigente, oggi in pensione, del Banco di Napoli prima e del Sanpaolo IMI dopo. Socio da otto anni, ha ricoperto l’incarico di consigliere alla Segreteria con le presidenze Gambardella e Marinella.

Successivamente, alle 23,10 il presidente Parisio ha dichiarato concluse le operazioni di spoglio delle schede per l’elezione dei tredici componenti il Consiglio Direttivo, proclamando eletti:

  1.  Giancarlo COPPOLA – voti 124
  2.  Cesare FABRIZIO – 120
  3.  Francesco RIZZO – 115
  4.  Ferruccio GUERCIA – 109
  5.  Renato LAMBERTI – 106
  6.  Claudio CICATIELLO – 99
  7.  Gianluca DE CRESCENZO – 97
  8.  Francesco RISPOLI – 95
  9.  Nunzio RUSSO – 92
  10.  Luigi MASSIMO ESPOSITO – 92
  11.  Giuseppe MOLFINI – 91
  12.  Domenico ERNANO – 90
  13.  Salvatore CARUSO – 85

Area Comunicazione

SEMERARO ELETTO PRESIDENTE DEL CIRCOLO POSILLIPO

19/07/2017 In Casa Sociale, News

NEWS FLASH

Al termine della fase elettiva e delle operazioni di spoglio delle schede, il Presidente dell’Assemblea dei Soci, Filippo Parisio, ha comunicato che Vincenzo Semeraro è stato eletto Presidente del sodalizio rossoverde con i due Vicepresidenti Vincenzo Triunfo allo sport e Antonio Parente all’amministazione.

Area Comunicazione

Vincenzo Triunfo, Vincenzo Semeraro, Antonio Parente

Vincenzo Triunfo, Vincenzo Semeraro, Antonio Parente

DODICI

18/07/2017 In Casa Sociale

IL MAGAZINE DELLE ECCELLENZE DEL SUD

È in distribuzione nella club house per i soci del Circolo il n. 3, luglio 2017, di Dodici, free press  trimestrale di attualità, cultura e eccellenze edito dal gruppo editoriale Architesto di Napoli e diretto da Francesco Bellofatto.

La copertina di Luglio 2017

La copertina di Luglio 2017

Dodici – come “il Mezzogiorno” – porta in primo piano tutte quelle realtà imprenditoriali e culturali spesso nascoste o trascurate in particolar modo del Sud, le numerose eccellenze in tutti i campi di cui è ricco questo territorio, dando voce ai protagonisti. Dodici sezioni per raccontare il mondo delle imprese e delle professioni, della cultura, della moda, della salute, dello sport e dello spettacolo con uno stile eclettico che strizza l’occhio a chi vuole essere sempre aggiornato sulle eccellenze nostrane.

Questo numero si apre con un ampio “Primo Piano” dedicato alla musica per la quale da secoli Napoli è un’indiscussa capitale europea. Un’intervista con il sovrintendente Rosanna Purchia e un articolo di Francesco Canessa “raccontano” il Teatro di San Carlo e quello che rappresenta per la valorizzazione del patrimonio culturale della Città. Da qui a San Pietro a Majella il passo è breve per incontrare Elsa Evangelista, direttore del prestigioso Conservatorio di musica, a scoprirne l’importanza non solo culturalmente ma anche architettonicamente per la sua riconosciuta valenza museale. Musica, però, è anche quella della contaminazione, contemporanea ed etnica, d’obbligo quindi dar voce ai protagonisti iniziando da Enzo Avitabile, soul man di Marianella da anni con la sua arte portavoce di Napoli nel mondo.

Per le imprese spazio ad un settore strutturalmente fondamentale per l’economia locale e regionale, l’edilizia. Francesco Tuccillo, presidente dell’ACEN e costruttore di seconda generazione, fa il punto sulle proposte ed i progetti per la città. A seguire Carlo Borgomeo illustra le finalità della Fondazione CON IL SUD e Angelo Chianese, presidente di DATABENC il Distretto ad Alta Tecnologia per i Beni Culturali, intervistato dal Direttore espone lo straordinario lavoro di questa società nata solo cinque anni fa da un’idea delle Università di Salerno e Federico II di Napoli.

Non mancano poi le incursioni tra le eccellenze della moda, anche qui con due classici del made in Naples: camicie e cravatte.

Sergio Roncelli

Sergio Roncelli

Per chiudere con una sezione che riscuote crescenti consensi, quella dei “sapori”, con due itinerari straordinari tra le migliori pizze e sfogliatelle della Campania, avvalendosi del prezioso contributo di Alba Pezone, giornalista e scrittrice napoletana a Parigi.

Nello spazio dedicato allo sport spiccano, infine, l’intervista a Sergio Roncelli, presidente del CONI Campania, in particolare sul rapporto con il mondo della scuola, e a Giovanni Coraggio, precursore della Capoeira a Napoli e fondatore della prima scuola partenopea, disciplina sudamericana che rappresenta la giusta combinazione tra movimento, ritmo e musica per stabilire il perfetto equilibrio con il corpo.

Area Comunicazione

UNA CORSIA PER PAOLO DE CRESCENZO

Una grande commozione, senza dubbio, provocata da quel velo di tristezza che  rende ancora vivido il ricordo dell’amico prematuramente scomparso, ha reso unica e irripetibile, nel salone dei trofei del Circolo Nautico Posillipo, la cerimonia d’intitolazione della corsia centrale della piscina sociale a Paolo De Crescenzo, il grande Campione e  Maestro di sport e di vita  che con la sua intelligenza e capacità ha scritto da protagonista la storia pallanuotistica del Sodalizio rossoverde.

La Targa

La Targa

Ha aperto l’evento il delegato al nuoto e alla pallanuoto del Posillipo Aldo Genua che, visibilmente commosso,  ha raccontato della sua lunga amicizia con Paolo De Crescenzo che, cresciuto pallanuotisticamente nella Canottieri Napoli, dove da giocatore, sotto la guida di Fritz Dennerlein, ha vinto ben 4 scudetti e una Coppa dei Campioni per poi scrivere dal 1985 in poi, da allenatore del Posillipo, le pagine più belle del Sodalizio rossoverde, con un Palmares di vittorie, difficilmente uguagliabile: 9 scudetti, 2 Coppe delle Coppe, 2 Coppe Italia, e soprattutto 2 Coppe dei Campioni oltre la Supercoppa Europea fino al 2002, prima di approdare alla Nazionale nel 2003-05, dove alla guida del Settebello azzurro stupì il mondo, vincendo l’argento ai mondiali di Barcellona del 2003, alle spalle dei “fenomeni” ungheresi. Dopo Paolo tornò ad allenare il suo amato Posillipo, per poi approdare al Recco e all’Acquachiara, dove ha concluso la sua carriera di allenatore. Confermandosi sempre un grande uomo di Sport capace, con la sua intelligenza e signorilità, di diventare l’esempio di tante generazioni di atleti.

Uno straordinario ed indimenticabile Maestro che ha esaltato la pallanuoto napoletana ed italiana. A seguire la proiezione di un filmato ha ripercorso le gesta sportive di Paolo De Crescenzo, rendendo ancora più toccante il ricordo dell’amico tra tutti i presenti alla cerimonia.

Ricordare i tanti momenti belli ed esaltanti trascorsi in acqua da avversari e in panchina per esaltare le doti dei giocatori del vivaio rossoverde – ha affermato il Presidente del Circolo Posillipo Bruno Caiazzo, non riuscendo a trattenere la commozione – ha stabilito tra di noi un rapporto indimenticabile di sincera amicizia e stima che ha reso possibili quei traguardi mai raggiunti prima dal nostro Sodalizio”.

Poi in rappresentanza del Sindaco di Napoli Luigi De Magistris, assente per motivi istituzionali, l’Assessore allo Sport  Ciro Borriello ha ribadito, nel ricordare la figura di Paolo De Cresenzo, quanto sia importante e necessaria la competenza e capacità dei buoni Maestri per far crescere sportivamente i giovani napoletani grazie, soprattutto, all’impegno dei Circoli sportivi cittadini. Sono intervenuti, tra gli altri, ciascuno ricordando a suo modo il grande amico Paolo, il Vice Presidente della Federazione Nuoto Francesco Postiglione che, da atleta, ha avuto il piacere di averlo come allenatore e il Presidente della Federnuoto Campania Paolo Trapanese, portando alla famiglia, alla figlia Brunella e alla compagna Cinzia,  un abbraccio fraterno, interpretando al meglio i sentimenti di tutti i presenti che hanno conosciuto Paolo, l’hanno amato ed apprezzato!

Area Comunicazione

NUOTO: CAPRI-NAPOLI NON COMPETITIVA

TRE CONTINENTI RAPPRESENTATI NELLA PROVA IN PROGRAMMA VENERDÌ 14 CON ARRIVO AL CIRCOLO POSILLIPO

Trentuno nuotatori, sei nella gara “Solo” e gli altri a comporre le cinque staffette al via, sei nazioni e tre continenti rappresentati. Sono i numeri della seconda Capri-Napoli non competitiva, la sfida di nuoto in acque libere in programma venerdì 14 luglio, con partenza dal lido Le Ondine di Marina Grande e arrivo nello specchio d’acqua antistante il Circolo Nautico Posillipo.

LOCANDINA capri-napoli 14.07-compHa un fascino internazionale la prova, che segue la prima tappa amatoriale svoltasi due settimane fa, quella arrivata a Baia.

Tra i 31 nuotatori, 27 sono uomini e 4 donne, ma di queste ultime ben tre hanno deciso di partecipare alla gara “Solo”, ripercorrendo di fatto le gesta dei nuotatori professionisti (che invece saranno impegnati nella gara di Coppa del Mondo il 3 settembre): si tratta dell’italiana Daniela Sabatini, della statunitense Bridgette Hobart e dell’australiana Lisa De Laurentis. Tra gli uomini al via Jean-Luc Boulanger (Francia), Marco Rodrigues (Brasile) e Ignacio Ravagna (Argentina).

Cinque le squadre iscritte tra le staffette: Milano Nuoto Master (composta da Davide Leopizzi, Clemente Manzo, Maurizio Mauri e Stefano Vaghi), Bergamo Swin Team (Emanuele Andreotti, Giuliano Berti, Massimiliano Colombi e Luciano Pennati), Team Arienzo (Antonio Arienzo, Giuseppe Cannada Bartoli, Alessandro Fattore, Marco Moretti, Marco Renna e Antonio Rolando), Capitoni coraggiosi (Luigi Amato, Achille Monica, Marco Russo, Massimiliano Santopietro, Domenico Scaldaferri e Alfonso Viscardi), Special team Posillipo (Nicoletta Bullone, Samuele De Rinaldi, Marco Magliocca, Emanuele Russo e Luca Schiattarella).

La Capri-Napoli non competitiva di venerdì, organizzata come sempre dalla società Eventualmente eventi & comunicazione di Luciano Cotena, fa da natura apripista alla tappa finale del Grand Prix Fina che, per la prima volta nella sua storia, arriverà al Circolo Nautico Posillipo.

L’arrivo è previsto a partire dalle 16.30 e a seguire (intorno alle 18.00) si svolgerà la manifestazione della posa della targa per la dedica della corsia centrale della piscina sociale a Paolo De Crescenzo.

Area Comunicazione

TUTTI AL POSILLIPO IL 14 LUGLIO

IL POSILLIPO DEDICA LA CORSIA CENTRALE DELLA PISCINA A PAOLO DE CRESCENZO

Il Circolo Nautico Posillipo, il Presidente Bruno Caiazzo, i Vice Presidenti e i Consiglieri per non dimenticare Paolo De Crescenzo, il Maestro di vita e di sport di tanti pallanuotisti napoletani, scomparso nella notte del 2 giugno scorso, all’età di 67 anni per un male incurabile, assistito dalla compagna. dai figli e dal fratello Massimo, hanno voluto intitolare la corsia centrale della piscina sociale all’ Allenatore del Circolo Nautico Posillipo, che più di ogni altro ha reso grande il Sodalizio rossoverde, avendo vinto sulla sua panchina ben 9 Scudetti, 2 Coppe delle Coppe, 2 Coppe Italia, e soprattutto 2 Coppe dei Campioni oltre la Supercoppa Europea, fino al 2002, prima di approdare alla Nazionale nel 2003-05.
Tutti al Posillipo il 14 luglio alle 18.00 per partecipare alla cerimonia.

Paolo De Crescenzo è cresciuto pallanuotisticamente nella Canottieri Napoli, dove da giocatore, sotto la guida di Fritz Dennerlein, ha vinto ben 4 scudetti e una Coppa dei Campioni per poi scrivere dal 1985 in poi, da allenatore del Posillipo, le pagine più belle del Sodalizio rossoverde, con un Palmares di vittorie, difficilmente uguagliabile.

Nella sua luminosa carriera, dopo la guida del Settebello della Nazionale, con cui stupì il mondo vincendo l’argento ai mondiali di Barcellona del 2003, alle spalle dei “fenomeni” ungheresi che, solo ai tempi supplementari, ebbero la meglio per 11-9 sulla sua squadra, tornò ad allenare il suo amato Posillipo per poi approdare al Recco e all’Acquachiara, dove ha concluso la sua carriera di allenatore.

Un grande uomo di Sport capace, con la sua intelligenza e signorilità, di diventare l’esempio di tante generazioni di atleti. Uno straordinario ed indimenticabile Maestro che ha vissuto ed esaltato la pallanuoto napoletana ed italiana.

AREA COMUNICAZIONE

 

DESTINAZIONE 5X1000

03/07/2017 In Casa Sociale, News

SOSTIENI IL CIRCOLO NAUTICO POSILLIPO CON IL 5×1000

Anche quest’anno la legge consente ai contribuenti di destinare una quota pari al 5 per mille dell’ Irpef a finalità di interesse sociale.
Già da qualche anno il Circolo Nautico Posillipo è tra le associazioni dilettantistiche riconosciute dal CONI e, pertanto, è legittimato a tale beneficio.
Alla luce di tanto, Ti chiediamo di indicare il nostro sodalizio quale beneficiario del citato sostegno, riportando il codice fiscale :

80029460633

nell’apposito riquadro della Tua dichiarazione dei redditi (Cud, Unico, 730).
Ricorda che il 5 x 1000 non sostituisce l’8 x 1000 e che, se non viene destinato, è comunque trattenuto dallo Stato.

Sostieni il Circolo Nautico Posillipo, grazie.

Area Comunicazione